Attualità

Il bike sharing arriva anche nelle periferie

L'iniziative di Lime in collaborazione con il Comune di Napoli: bici elettriche anche a Rione Don Guanella, Miano, Rione Berlingieri e Capodichino

La mobilità morbida arriva anche nelle periferie di Napoli. Lime, l'azienda che gestisce il servizio di bike sharing in città, ha annunciato che una nuova flotta di biciclette elettriche saranno a breve disponibili nel Rione Don Guanella, a Miano, nel Rione Berlingieri e a Capodichino.

Per la prima volta, quindi, i mezzi in sharing escono dal centro di Napoli. Lime, infatti, ha deciso di rafforzare la sua attività nella città di Napoli, estendendo la propria area di servizio nelle zone periferiche congiuntamente al lancio di nuovi abbonamenti così da garantire la propria presenza e servizio al fianco di pendolari e utenti locali. 

"Siamo fieri di supportare ancora di più i residenti e i pendolari di Napoli nei loro spostamenti quotidiani, offrendo un’alternativa economica e sostenibile al mezzo privato per raggiungere i principali nodi del trasporto pubblico e le località maggiormente attrattive della città" afferma Enrico Stefàno, senior public policy manager di Lime Italia, che ha poi aggiunto “...allargare il servizio per offrire a tutti i cittadini l’utilizzo dei nostri veicoli va nella direzione di una mobilità inclusiva. L’incontro con le istituzioni cittadine è stato proficuo e siamo certi che insieme stiamo andando nella stessa direzione per venire incontro alle esigenze degli utenti”.

“Con l’ampliamento odierno di 9 chilometri quadrati nel territorio della VII Municipalità, il servizio bike sharing raggiunge il totale di 55 kmq serviti in città” ha precisato l’assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità, Edoardo Cosenza. “si rafforza in questo modo l’attuale sistema di sharing mobility che rappresenta, anche integrato con il trasporto su ferro, un modello alternativo all'uso dell'automobile, sostenibile e non inquinante, che sta registrando una domanda sempre crescente. Il servizio, allo stato, è reso in modalità free floating con 500 biciclette a pedalata assistita ed è prevalentemente utilizzato da una fascia di utenza che va dai 35ai 45 anni, con oltre il 50 per cento di utilizzo per spostamenti casa-studio o casa-lavoro, con diverse formule di abbonamento per favorirne l’utilizzo sistematico. L'ampliamento del servizio va letto accanto accanto alla realizzazione di 35 chilometri di piste ciclabili nell'ambito dei progetti PNRR che l'Amministrazione ha in corso”.

Al netto di questa novità, i livelli di mobilità sostenibile della città di Napoli sono molto distanti dagli standard delle principali città italiane, come dimostrato dall'analisi svolta da NapoliToday sia per il numero di mezzi a disposizione che per i costi, ancora elevati del servizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bike sharing arriva anche nelle periferie
NapoliToday è in caricamento