Benzinai, dal 27 novembre via alle sospensioni di aperture dei distributori in autostrada

Prima quelle notturne, poi dalla settimana seguente anche quelle diurne

Con una nota unitaria, Faib, Fegica, Figisc e Anisa hanno segnalato lo stato di crisi della distribuzione carburanti sulla rete autostradale e su quella ordinaria al Presidente del Consiglio, e ai Ministri competenti.

Le Federazioni hanno denunciato la situazione di insostenibilità delle loro attività a seguito dei provvedimenti assunti ed in corso di assunzione (zone rosse/arancioni/gialle), per la limitazione dei movimenti, della circolazione di cittadini e veicoli, della limitazione dell’apertura di scuole ed attività diverse (anche ad orario ridotto) e dell’adozione - su larga scala - del lavoro in smart working.

Faib, Fegica, Figisc e Anisa hanno evidenziato che la distribuzione carburanti ha subìto in questo 2020 un vero e proprio tracollo che porta a registrare perdite di erogato (e fatturato) superiore al 40% sulla viabilità ordinaria e di circa il 70% su quella autostradale.

Nella nota, dopo aver sollecitato l’immediata apertura del tavolo di settore con il Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli, le Federazioni evidenziano che in assenza dell’ampliamento della misura Ristori ai gestori questi “non saranno più in grado di garantire l’apertura degli impianti con continuità e regolarità". 

A partire dalle autostrade nelle quali, dal prossimo 27 novembre, verranno sospese le aperture notturne e, dalla settimana seguente, anche quelle diurne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento