Attualità

Minori, lo studio: “I bambini napoletani sono i più maltrattati d'Italia”

Il rapporto del Cesvi mette la Campania all’ultimo posto tra le regioni del Paese

I bambini napoletani sono i più maltrattati d’Italia. È quanto emerge dal rapporto del Cesvi sul maltrattamento infantile. Abusi, anche sessuali, aggressioni. Ma in generale emergono anche disagi più generalizzati come evasione scolastica, condizioni di insicurezza e servizi sociali in grossa difficoltà.

Lo scenario è complesso, e porta la Campania intera al triste primato di avere i bambini con le condizioni di vita peggiori del Paese, seguita da Abruzzo e Lazio. Particolarmente sensibile, ancor di più che in altri settori, il divario tra Nord e Sud.

Lo studio

L’Indice regionale sul maltrattamento all’infanzia in Italia, giunto alla sua seconda edizione, è stato presentato presso la Camera dei Deputati. Si tratta del risultato dell’aggregazione di 64 indicatori che individuano criticità e best practice. Il dato è allarmante: in tutto il Paese 1 milione e 208mila minori vivono in uno stato di assoluta povertà.

Le criticità di Napoli e Campania

La città in maggiore difficoltà – soprattutto a causa di problemi economici – è Napoli, con la Campania all'ultimo posto per capacità di cure, al penultimo per capacità di far vivere una vita sicura, al terzultimo per la capacità di far acquisire conoscenza e sapere e di lavorare, al penultimo per capacità di far accedere ai servizi.

Una situazione drammatica, la cui lettura è solo leggermente mitigata dal fatto che la regione ha ridotto in parte il suo gap dalla media nazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minori, lo studio: “I bambini napoletani sono i più maltrattati d'Italia”

NapoliToday è in caricamento