rotate-mobile
Attualità

Bagni chimici in strada a Napoli, voci contro: "Non dovrebbero bastare quelli di bar e ristoranti?"

La consigliera regionale Muscarà attacca la scelta di installare wc chimici tra lungomare e centro storico: "Città mortificata, dalla Grande Bellezza al Grande Intestino"

"E dopo la via del cuoppo, della pizza e del baccalà, vengono installati bagni chimici in giro per tutta la città che sicuramente resteranno sporchi e fatiscenti, ma soprattutto in bella vista". La consigliera regionale Maria Muscarà attacca la decisione della giunta Manfredi di installare bagni chimici nel centro storico e sul lungomare, scelta ad uso e consumo in primis dei turisti.

"Abbiamo la possibilità di strutturare bagni pubblici decenti e discreti, inoltre ci sono bar e ristoranti in ogni vicolo della città, che per legge dovrebbero offrire questo servizio alla comunità, ma puntualmente sono 'guasti'", prosegue, "e non vengono effettuati controlli".

"Peggio della sagra di paese - aggiunge Muscarà - La trasformazione di Napoli da via dalla Grande Bellezza al Grande Intestino dopo il cuoppo, la dobbiamo alla "generosa" progettualità del “duo De Manfredis”. Sbandierati come un vanto per la città, saranno solo brutte figure per i turisti che vogliono ammirare i nostri monumenti storici e non i bagni chimici che li involgariranno".

“Stiamo mortificando quotidianamente una grande capitale come Napoli, città d’arte di cultura e di bellezza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagni chimici in strada a Napoli, voci contro: "Non dovrebbero bastare quelli di bar e ristoranti?"

NapoliToday è in caricamento