rotate-mobile
Attualità

La denuncia: "Arma da taglio per manomettere la cinghia dell'auto. Volevano attentare alle nostre vite"

Asia Maraucci: "Inquietante. Ci colpiscono perchè difendiamo i più deboli"

Novità in merito all'atto vandalico subito dall'auto dell'associazione La Battaglia di Andrea, che si batte per i disabili. "Presumibilmente hanno utilizzato un'arma da taglio. La cinghia l'abbiamo cambiata appena tre mesi fa - dichiara Asia Maraucci, presidente de La Battaglia di Andrea - è nuovissima ed in ottime condizioni, senza alcun segno di usura, ci sono due tagli uguali in due parti diverse che l'hanno danneggiata. Potrebbe quindi spiegarsi l'arcano del cofano anteriore trovato aperto e messo a verbale dai carabinieri di Afragola intervenuti sul posto la mattina del 5 marzo - prosegue - ma se così fosse, sarebbe inquietante, poiché questo danneggiamento è stato fatto probabilmente per far rompere la cinghia in un secondo momento facendoci rischiare non poco".

Maggiori tutele e controlli

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri di Afragola coordinati dal comandante Raimondo Semprevivo, "ma a questo punto chiediamo una maggior tutela anche con più urgenza rispetto alle richieste dei giorni scorsi, siccome da semplice danneggiamento potrebbe addirittura diventare un atto di sabotaggio del nostro veicolo. Agli organi preposti chiediamo controlli da parte delle forze dell'ordine e videosorveglianza - conclude Maraucci - il sindaco ci ha dato la sua solidarietà e ci ha assicurato che farà di tutto per tutelarci in tal senso, ma a questo punto bisogna anche fare interventi massicci a tutela degli stalli per disabili da parte degli organi preposti. Ad oggi ogni operazione iniziata è subito finita dopo qualche giorno - tuona - così facendo non si riuscirà mai a debellare il fenomeno e soprattutto si abituano male gli incivili che capiscono che sono operazioni a brevissimo termine. Se chi di dovere interviene in modo ordinario diminuiranno anche fenomeni di atti di vandalismo, aggressioni verbali e potenziali aggressioni fisiche a chi denuncia ogni giorno".

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della commissione disabilità del comune di Afragola Benito Zanfardino. "Non è possibile che chi combatte per la legalità e il rispetto delle regole debba subire tutto questo, è arrivato il momento di scendere tutti in campo per contrastare questi fenomeni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia: "Arma da taglio per manomettere la cinghia dell'auto. Volevano attentare alle nostre vite"

NapoliToday è in caricamento