rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

Benvenuti al Pessoa Luna Park | VIDEO

All'ex Ospedale Militare ritorna il progetto itinerante che coniuga ecologia e promozione culturale dove attraverso il gioco e l'arte si affrontano temi sociali con le installazioni di Roxy in the Box. Non mancano l'area kids e lo spazio per la musica e dj set

“Il Pessoa Luna Park è un baule pieno di gente, di progetti, sperimentazioni e di nuovi format culturali che contribuiscono a realizzare il nostro obiettivo: trasformare gli spazi dimenticati delle città in piccole utopie” dietro a questa mission che unisce ambizione e ideologia è nato il Pessoa Luna Park, progetto finanziato nell'ambito del Bando Fermenti, dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale con il patrocinio del Comune di Napoli, il quale si ispira ai programmi di riuso transitorio degli spazi urbani presenti nelle maggiori capitali europee.

E’ un vero e proprio Luna Park Urbano che, fino al 6 agosto, torna all’Ex Ospedale Militare dopo una prima sperimentazione fatta l’anno scorso. Per questi due mesi estivi propone una fitta programmazione composta da laboratori, workshop, giochi, un'area per i bambini e una sezione dedicata alla musica live.

Gioco e arte per temi importanti

L’idea di gioco come concetto di interazione e aggregazione fa da corto circuito al Pessoa Luna Park.

All’intero ci sono installazioni con cui le persone possono giocare. Alcune di queste sono installazioni artistiche con cui il pubblico ‘gioca’ e si intrattiene come accade nei parchi gioco. La particolarità sta nel fatto che le istallazioni sono veicoli per affrontare tematiche serie e di denuncia.

Per questo il team di Pessoa Luna Park Onlus che ha ideato e realizzato concretamente il progetto, ha trovato nell’artista napoletana Roxy in the Box una partner perfetta. La prima volta che l’hanno contatta è stato 4 anni fa e subito ha aderito all’idea con entusiasmo.

Roxy in the Box è tra le artiste più quotate con le sue opere che, con estremizzazione della pop-art couture americana, mira a modificare la visione del mito moderno accentuando il potere mediatico delle persone, inoltre focalizza l’attenzione su problemi sociali ed etici che partendo dalle molteplici realtà della città di Napoli.

Con questo spirito ha creato le 4 installazioni-gioco del Pessoa, dissacranti, ironiche e ultra-Pop marchio inconfondibile dell’artista.

Già i nomi delle strutture la dicono lunga: la Biliardina Trans, un calciobalilla in cui al posto degli omini tradizionali ci sono 22 personaggi femminili di rilevanza mondiale come Rita Levi Montalcini, Sophia Loren, Anna Frank e Ricchioners, un tiro al bersaglio contro l'omofobia e due nuove installazioni site specific, Bigotteria e Naturaless, realizzate in collaborazione con Pessoa Luna Park.

Opere colorate  che catturano la curiosità anche dei bambini. Anche loro possono giocare, trasformandosi in occasione per affrontare e spiegare ai ragazzini argomenti come la discriminazione e di quanto possa essere deleteria. 

Inoltre c’è la Playground con giochi da tavolo in formato XXL come Indovina Chi? a cui partecipare da soli o in squadra.

Alle installazioni e ai giochi della Playground si interagisce con dei gettoni chiamati marchette che si acquistano alla cassa e che servono anche per accedere ai servizi dell’area food.

Pessoa Luna Park (Foto di A.Fiorenzano)

Un Luna Park per tutte le età

Aperto dal giovedì alla domenica, il luna park si rivolge principalmente ai millennial, ma strizza l'occhio a diverse generazioni. Con grande sorpresa abbraccia un pubblico trasversale diventando anche un luogo alternativo per famiglie merito dell’area kids fatta da attività e laboratori dedicati ai più piccoli.

Da questa settimana partirà anche la programmazione musicale al Pessoa Luna Park con le jam session, i live di musica indipendente, party tematici, nuovi format musicali e dj set.

Coinvolgere e unire persone di età ed estrazioni sociali diverse sta anche nella costruzione della proposta artistica e che è in continua evoluzione.

A curare la direzione artistica del Pessoa Luna Park è Azzurra Galeota, la quale è anche tra le ideatrici e co-fondatrici del Pessoa Luna Park insieme a un gruppo di giovani formato da architetti, artisti, filosofi e commerciali.

Galeota spiega che le call per presentare progetti artistici di qualsiasi genere sono ancora aperte. Un invito ai creativi a farsi avanti se hanno nel cassetto idee in linea con il Pessoa.

Un parco per celebrare riti simbolici

Ecologia e promozione culturale sono le caratteristiche basilari del Pessoa Luna Park che è anche un luogo che festeggia anche momenti privati e anche inusuali, atti più a celebrare riti dal profondo valore simbolico.

Un esempio è l'Ipermatrimonio, ovvero il primo matrimonio di comunità tra Michela, Vincenzo, la città di Napoli e tutti quelli che vorranno partecipare. Una celebrazione simbolica, fuori dal tempo e dalle convenzioni, che rappresenta un nuovo modo di legarsi agli altri.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento