rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Il regista D'Alatri: "Napoli ama essere amata. Per me è come casa"

Il regista de "Il Commissario Ricciardi" spende parole d'amore per la città partenopea

Brillano gli occhi ad Alessandro D’Alatri quando si parla di Napoli. Il noto regista romano che, tra le tante altre cose, ha diretto “Il Commissario Ricciardi”, è stato tra gli ospiti della serata finale del “Film Festival Afragola”.

“Mi fermerò qualche tempo per scrivere. Ho voglia di scrivere io qualcosa per Napoli e per questo territorio”, dice D’Alatri che a teatro – insieme con Maurizio de Giovanni – ha portato "Mettici la mano" uno spin-off de “Il Commissario Ricciardi” con protagonisti il brigadiere Maione e Bambinella.

“Per me a teatro è la seconda volta, a Napoli. La prima è stata con “Uomo e galantuomo” di Eduardo. Sono contento perché, pur non essendo napoletano, sono riuscito a raccontare quegli aspetti e quella dolcezza che è tipica di questa cultura. Questo mi rende molto orgoglioso”, spiega il regista.

Poi, solo parole d’amore per la città partenopea: “Ormai è casa. Quando arrivo sento di essere a casa. Questo mi fa piacere perché Napoli è una città accogliente che ama di essere amata. In questi anni ho arricchito la mia agenda, la mia esperienza, con tanti amici, facendo esperienze culturali che prima non avevo. Per cui: Grazie Napoli!”

Video popolari

Il regista D'Alatri: "Napoli ama essere amata. Per me è come casa"

NapoliToday è in caricamento