rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Animali

Emergenza ricci. Cosa fare

Ecco perché in questo periodo non sono rari i ritrovamenti di cuccioli di riccio.

Il riccio europeo, esemplare protetto, vive anche nella nostra città, ovunque ci sia un po' di terra e cespugli, e i ritrovamenti non sono rari.

Animale essenzialmente notturno, di questi tempi dovrebbe essere in letargo. "I ricci che si trovano ancora in giro a dicembre appartengono a cucciolate tardive e sono solitamente sottopeso -  avvisa Nicola Campomorto, esperto nella salvaguardia e salvataggio di animali selvatici e specie rare - Per poter fare un corretto letargo, un riccio dovrebbe pesare almeno 500 o 600 grammi. Se quindi capita di avvistare, in particolare in ore diurne, esemplari sottopeso o comunque deboli, ricoperti di parassiti, significa che hanno problemi e necessitano il recupero ed il trasferimento ad un Cras-Centro recupero animali selvatici".

Cosa fare

Se un riccio si addormenta nel vostro giardino, in cantina o in garage, lasciatelo tranquillo, assicurandovi che sia al riparo dalle intemperie. Se invece è in movimento, è necessario capire se sta bene. Se l'animaletto è smagrito, debole, lento, avvisate subito il Cras di Napoli, oppure volontari e associazioni ambientaliste. Nell'attesa, con la massima attenzione, cautela e delicatezza, per non ferirlo, potete provare a mettere il riccio in sicurezza, magari con l'aiuto di uno scatolo di cartone. Non somministrate alcun cibo o bevanda prima dell'intervento del veterinario, perché potreste peggiorare la situazione

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza ricci. Cosa fare

NapoliToday è in caricamento