Universiadi Napoli, gli occhi del mondo sul San Paolo per la Cerimonia di Apertura

Presente anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella. File all'ingresso dello stadio

Foto De Cristofaro

Occhi del mondo puntati su Napoli per la spettacolare Cerimonia di Apertura delle Universiadi 2019. Lo show, ideato e prodotto da Balich Worldwide Shows, il cui team creativo è noto per i successi di oltre 20 Cerimonie Olimpiche, da Torino 2006 a Rio 2016, l'Albero della Vita di Expo Milano 2015 e "Giudizio Universale", è stato trasmesso in diretta tv in mondovisione.

Febbrile l'attesa in città sin dalle prime ore del pomeriggio, co lunghe code per entrare allo stadio. Al San Paolo anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella (accolto dagli applausi in stazione), seduto in tribuna autorità tra il Cardinale Sepe e Matytsin, presidente Fisu. Ai loro lati Fico e De Luca. Presente anche il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis accanto al numero uno del Coni Giovanni Malagò.

MATTARELLA INCONTRA NOEMI

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato e baciato, prima della cerimonia di apertura delle Universiadila piccola Noemi, ferita gravemente in un agguato a piazza Nazionale e i suoi genitori. L'incontro è avvenuto nella saletta di rappresentanza del San Paolo, alla presenza anche di Roberto Fico, Vincenzo De Luca, Luigi de Magistris, Giovanni Malagò, Giancarlo Giorgetti, e del presidente della Federazione sport universitari, Oleg Matytsin. "Nella certezza che tale evento sportivo rafforzerà l'amicizia tra popoli del mondo, dichiaro aperta la 30esima edizione dell'Universiade estiva". Con queste parole il presidente della Repubblica ha aperto ufficialmente le Universiadi.

20190704_010356-3

NAPOLI CITTA' DELL'ACCOGLIENZA

"Come Sindaco di Napoli dò il benvenuto in questo bellissimo stadio a tutte le atlete e a tutti gli atleti ma soprattutto dò il benvenuto a voi tutti nella città dei mille colori, dello Sport, dei Giovani, della Pace, dell’Accoglienza, nella Città dell’Amore. Il mio augurio e l’augurio di tutti i napoletani è che possiate trascorrere giorni di forti emozioni nella nostra città. Welcome all of you ed un abbraccio da Napoli guagliu’", è il discorso di de Magistris, accolto inizialmente da alcuni fischi provenienti dalla Curva A, poi coperti dagli applausi del resto del pubblico. Stessa cosa accaduta più tardi durante il discorso del Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

UNIVERSIADI OCCASIONE DI INCONTRO E PACE

"E' un'emozione essere in questo stadio. Ringrazio Sergio Mattarella. Ringrazio le delegazioni dei 130 Paesi e tutte le autorità. Un augurio e un saluto alla mascotte delle Universiadi Noemi a cui rivolgiamo un augurio di felicità. 70 impianti ristrutturati in 10 mesi. Abbiamo voluto l'evento come occasione di incontro e pace di tanti Paesi del mondo, anche in guerra tra loro. E' manifestazione di pace e solidarietà. Universiade è anche occasione di sviluppo turistico. Lo sport è canale privilegiato per i nostri giovani", è il discorso pronunciato da Vincenzo De Luca.

S

LA DELEGAZIONE ARGENTINA INFIAMMA IL SAN PAOLO

Sulle note di brani tutti rigorosamente 'made in Naples', hanno iniziato a sfilare gli atleti delle varie nazioni. Quelli dell'Argentina sono stati accolti da una vera e propria ovazione dagli spalti, accompagnata da cori in onore di Diego Maradona. Boato anche per i brasiliani, vestiti da pizzaioli in omaggio alla tradizione partenopea. Curiosità: gli Stati Uniti hanno sfilato sulle note di "Andamento lento" di Tullio De Piscopo, l'Italia invece sulle note di "Gloria". "L'Uruguay ti ama. Grazie Napoli", lo splendido striscione esibito dalla delegazione uruguagia.

Universiadi sfilata (36)-2

INSIGNE ACCENDE IL BRACIERE CON UN TIRO

A condurre la fiaccola all'interno dello stadio le medaglie olimpiche Pino Maddaloni, Diego Occhiuzzi e Carlotta Ferlito. Poi il finale con Alex Meret e Lorenzo Insigne, con il capitano del Napoli che accende idealmente il braciere con un tiro verso il Vesuvio.

LA CERIMONIA

Si parte dalla U del logo delle Universiadi, come concetto creativo di unione, universalità e unicità, e che rappresenta un grande abbraccio con due enormi braccia protese verso gli oltre 8000 atleti che invaderanno la città di Napoli e la Campania. Un grande golfo trasforma lo stadio San Paolo. Un video countdown con i numeri della smorfia, poi allo 0 il momento magico con l'ingresso di una sirena aerea, la sirena Partenope, interpretata dall'apneista partenopea Mariafelicia Carraturo. Partenope avanza con una coda argentata lunga 60 metri nello stadio che grazie ad uno spettacolare gioco di luci ed effetti speciali, si trasforma nel Golfo di Napoli, con il mare che invade il terreno di gioco.

Siparietto degli atleti argentini che hanno esibito festanti la maglietta di Maradona durante la sfilata. Tra i porta cartelli anche un gruppo di 40 migranti arrivati in Italia con i barconi e che si stanno integrando a Napoli. L'ultima squadra a sfilare da protocollo l'Italia, accolta con una canzone speciale da Malika Ayane. La bandiera è portata da Bebe Vio, che indossa un abito di Armani per l'occasione.

INTERVISTE A VIP E SPETTATORI|VIDEO

GARE DELLA QUARTA GIORNATA: IL PROGRAMMA

Omaggio a Napoli e alla sua cultura e teatro, con dei performers vestiti da Pulcinella che entreranno in scena con balli ed esibizioni. Poi l'omaggio a Totò ed Eduardo De Filippo a cura di Iaia Forte, prima del momento spettacolare di celebrazione del tuffatore di Paestum, che rappresenta in scena l’unione del passato e del presente, di sport e cultura.

Spazio poi al protocollo ufficiale, con un breve discorso del Governatore della Campania De Luca, il Presidente della Fisu Matytsin ed il Presidente del Cio Bach. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dichiarerà poi aperti ufficialmente i Giochi dalla sua postazione in tribuna Autorità.  

VIDEO

A fare poi ingresso sul terreno del San Paolo la bandiera della Fisu, portata tra gli altri da Giuseppe Abbagnale, Mariafelicia De Laurentiis e Antonietta Di Martino. Momento dedicato al judo con i ragazzi della palestra di Gianni Maddaloni, prima di uno spettacolo di luci che precede l'esibizione di Anastasio, che esegue la sua versione di "Another brick in the wall" accompagnato dai bambini della scuola media di Meta, dove lui ha studiato. La torcia entra nello stadio portata da Pino Maddaloni, Diego Occhiuzzi e Carlotta Ferlito. Gran finale con il concerto speciale di Andrea Bocelli, che canta tre brani tra cui Funiculì Funiculà.

FRANCOBOLLO CELEBRATIVO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento