Storica rimonta: 3-2 alla Juve e il Napoli sbanca Torino

I partenopei tornano a vincere sotto la Mole a distanza di 21 anni. Bianconeri in vantaggio 2-0 e poi ripresi da Hamsik e Datolo. Azzurri in zona Europa

Ai confini della realtà. Il Napoli riesce nella seconda super-rimonta in appena tre giorni e sbanca Torino, sponda bianconera, dopo ventun anni. Ci sono volute ancora le trovate tattiche di Mazzarri ed una squadra che giorno dopo giorno diventa sempre più compatta per firmare un’impresa che finirà diritta nel libro degli annali della storia del club azzurro.

Più che un tecnico, Mazzarri si sta rivelando uno stregone. Dieci punti in quattro gare equivalgono quasi al bottino che Donadoni aveva raccolto in otto mesi di permanenza in panchina. Ed anche a Torino l’allenatore ha lasciato la sua zampata. Decisivo, infatti, l’ingresso di Datolo quando tutto pareva oramai perduto.

L’inizio è da brividi. Sembra di rivedere i fantasmi della gara con il Milan quando Giovinco si invola in beata solitudine verso De Sanctis, ma questa volta il piccolo juventino non ripete le gesta di Inzaghi. Il Napoli si ridesta immediatamente e nel giro di tre minuti (dal 20’ al 23’) crea tre nitide occasioni su cui è superbo Buffon e poco preciso Denis, preferito a Quagliarella dal primo minuto. Se la Juve regge la spinta partenopea è soprattutto per merito dei suoi indubbi campioni e proprio da uno di questo arriva la doccia fredda: Trezeguet approfitta della dormita di Campagnaro e trova perfettamente il tempo di impatto sul cross di Grygera. Una beffa per il Napoli che fin lì era stato quasi perfetto e che infatti accusa il colpo non riuscendo più a ripartire in maniera ficcante. L’errore del difensore argentino è ben poca cosa, però, a cospetto di ciò che combina, dopo nove minuti dalla ripresa, Contini che su un innocuo traversone di Poulsen consegna docilmente la palla tra i piedi di Giovinco che non può esimersi dal battere di nuovo De Sanctis. Sembrerebbe il segnale della resa, figlia di due svarioni difensivi a fare da contorno a una prestazione comunque positiva.
Mazzarri, passato lo scoramento per tanta sciagura, getta in campo Datolo per il nervoso Campagnaro. Difesa “a quattro”, con l’ex Boca a fare da ala mancina. Nemmeno il tempo di mettere piede in campo che Datolo fugge via sulla sinistra e pennella al centro il cross che trova in Hamsik lo stoccatore inarrestabile che riaccorcia le distanze. La fiammella della speranza diventa addirittura una torcia quando Denis sovrasta ancora Fabio Cannavaro costringendo Buffon ad un grande intervento che questa volta, però, trova Datolo prontissimo a ribadire in rete la respinta del portiere della Nazionale. Primo gol italiano del centrocampista argentino e seconda rimonta.

La marea azzurra travolge la Juve stanca e con Ferrara che non sa che carta pescare dalla panchina. Entra Amauri, febbricitante, per Poulsen. Una mossa che non paga perché sguarnisce la linea mediana, con l’intento di andare alla ricerca di una vittoria per non perdere contatto dall’Inter. Proprio lì, nel cuore del centrocampo bianconero, Lavezzi si inserisce per lanciare la corsa di Datolo sul cui cross arriva la rete di Hamsik che sigla il 3-2 con un destro di chirurgica precisione. 
C’erano voluti ventun anni per espugnare Torino. Un’attesa resa ancor più gustosa dalla notte dell’Olimpico, con una partita epica per merito di una squadra che nel giro di quattro settimane si è trasformata da grottesca ad indomita.

GOL E AZIONI IMPORTANTI

1’ OCCASIONE JUVE: Giovinco scappa via solo verso De Sanctis ma angola troppo il tiro che finisce fuori.

20’ OCCASIONE NAPOLI: Bolide da oltre 30 metri di Aronica che Buffon è straordinario a deviare in corner.

21’ OCCASIONE NAPOLI: Denis, sul successivo calcio d’angolo, stacca tutto solo e da ottima posizione, manda a lato.

23’ OCCASIONE NAPOLI: Altro corner e ancora Denis tutto solo manda a lato.

26’ OCCASIONE JUVE: Diego crossa dalla sinistra per Melo, che stoppa in area, salta Campagnaro ma da buona posizione tira a fil di palo.

35’ GOL JUVE: Cross di Grygera per Trezeguet che anticipa Campagnaro e realizza di testa l’1-0.

54’ GOL JUVE: Contini colpisce di testa servendo la palla a Giovinco che da cinque metri fa secco De Sanctis.

59’ GOL NAPOLI: Datolo, appena entrato in campo, vola sulla sinistra e crossa per Hamsik che impatta bene e segna l’1-2.

65’ GOL NAPOLI: Corner di Cigarini e stacco di testa di Denis che viene disinnescato da Buffon, la palla rimane lì e Datolo la butta dentro.

81’ GOL NAPOLI: Contropiede azzurro: Lavezzi allarga per Datolo che crossa al centro, allontana male Tiago e sulla palla si fionda Hamsik che la piazza all’incrocio. 3-2.

TOP

Datolo 8: Trenta minuti di trance, correndo come un posseduto sulla fascia sinistra a rifornire con traversoni gli avanti partenopei. Serve ad Hamsik la palla dell’1-2 dopo pochi secondi dal suo ingresso in campo e si prende anche lo sfizio di segnare il primo gol italiano al miglior portiere del mondo.

Hamsik 7,5: Come al solito lo si nota poco, ma risulta fondamentale. Se Denis avesse la freddezza sotto rete dello slovacco sarebbe un attaccante da almeno venti gol a stagione. Il Napoli si coccola il suo piccolo fenomeno che punisce con tanto cinismo la Vecchia Signora.

FLOP

Campagnaro 4,5: Viene riproposto nel suo ruolo naturale di terzo a destra, ma sbaglia quasi tutto. Prima si lascia sfuggire Trezeguet, poi si lancia in improbabili sgroppate offensive che sguarniscono pericolosamente i colleghi di reparto. Esce dopo aver rifilato un calcione a Giovinco.

Contini 5: Disputa una buona gara, ma commette l’incredibile errore che regala alla Juventus il doppio vantaggio. Visionario.

JUVENTUS-NAPOLI 2-3 


JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Grygera, Cannavaro, Chiellini, Grosso; Poulsen (32' st Amauri), Felipe Melo; Camoranesi (31' pt Tiago), Diego, Giovinco (39' st De Ceglie); Trezeguet. All.: Ferrara.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro (14' st Datolo), Cannavaro, Contini; Maggio, Gargano, Cigarini, Aronica; Hamsik, Lavezzi (41' st Pazienza); Denis (24' st Quagliarella). All.: Mazzarri.
ARBITRO: Damato di Barletta.
MARCATORI: 35' pt Trezeguet (J); 9' Giovinco (J), 14' e 36' st Hamsik (N); 19' Datolo (N)
Espulso: Amauri
Ammoniti: Contini, Campagnaro, P.Cannavaro, Chiellini
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

  • Crollo a Pianura, operai sepolti sotto le macerie: due morti

  • "Questo assegno è coperto?": ma l'operatore di banca non sa che parla con il truffatore

Torna su
NapoliToday è in caricamento