Stadio San Paolo anno zero, bocciato dal Comune il progetto De Laurentiis

Con la delibera di Giunta vengono concessi alla FilmAuro ulteriori 45 giorni per adeguare il suo studio di fattibilità alle richieste di Palazzo San Giacomo: più investimenti, una capienza maggiore, concessione di durata inferiore ai 99 anni prospettati

Stadio San Paolo

La vicenda stadio San Paolo ad un punto di svolta. La Giunta comunale ha infatti approvato oggi una delibera, a firma dell’assessore Ciro Borriello, che riguarda il progetto presentato dal patron del Napoli Aurelio De Laurentiis: una netta bocciatura, che apre a nuovi scenari.

La delibera sottolinea che "non può essere dichiarato il pubblico interesse dello studio di fattibilità" presentato dalla FilmAuro, ma la chiusura - almeno apparentemente - non è definitiva. "L'Amministrazione – scrive Palazzo San Giacomo – ritiene opportuno perseguire l’obiettivo di una corretta collaborazione con la Ssc Napoli in modo da addivenire ad una soluzione che consenta di soddisfare, nel contempo, le esigenze della squadra che rappresenta la città e gli interessi pubblici coinvolti nel procedimento".

De Laurentiis ha adesso un ulteriore termine di 45 giorni per presentare il nuovo progetto. Uno studio di fattibilità che evidentemente dovrà tener conto dei numerosi appunti fatti dal Comune a quanto precedentemente proposto dal patron azzurro.

Il problema è in primis di fondi da stanziare. "Le risorse economiche destinate effettivamente alla riqualificazione dello stadio ammontano a poco più di 14 milioni di euro – scrive il Comune di Napoli – e sono dirette a finanziare interventi di manutenzione e di rifacimento degli impianti". Troppo pochi per la Giunta de Magistris, che inoltre sottolinea come "la riduzione della capienza da 60.240 a 41.000 posti", volta in particolare a ridurre i settori più popolari, rischia "di escludere dallo stadio una parte notevole di tifosi proprio da quelle partite di cartello che più delle altre infiammano la tifoseria partenopea".

Infine, l'amministrazione cittadina sembra poco propensa ad accordare la durata della concessione prospettata dal Presidente del Napoli, ovvero 99 anni per la durata dei quali non è previsto alcun pagamento di canone d'affitto, una situazione che "determinerebbe un effetto non dissimile da una improponibile cessione gratuita".
Le richieste a De Laurentiis perché la sua proposta venga accettata, sottolineate anche in prima persona dall'assessore Borriello, appaiono articolate e soprattutto lontane dalla linea tenuta fin qui dal Presidente del Napoli. Al punto che un'ulteriore sottolineatura di Palazzo San Giacomo lascia presagire che il Comune abbia altri intenzioni per l'impianto di Fuorigrotta.

"L’Amministrazione ha dato mandato al Servizio Progettazione Realizzazione e Manutenzione Impianti Sportivi di provvedere alla elencazione delle opere necessarie alla riqualificazione dell’impianto - scrive in una nota il Comune di Napoli - ed alla quantificazione dei relativi oneri economici". Un computo utile ad "attivare linee di credito presso la Cassa Depositi e Prestiti e il Credito Sportivo".
Inoltre la Giunta sottolinea di voler "avviare i procedimenti per la sponsorizzazione dello stadio, per lo sfruttamento pubblicitario degli spazi esterni, per la sponsorizzazione dei sediolini, per l’affidamento delle attività economiche connesse all’utilizzo dello stadio, per la implementazione di tali attività". Uno slancio che pare considerare fuori dai giochi il presidente del Napoli. Dal quale ci si attende una nuova mossa a breve.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

  • Scuse di D'Alessio e D'Angelo: la parodia di Palma e Cicchella è virale

Torna su
NapoliToday è in caricamento