Notte da incubo per Insigne: rapinato al Vomero

L'attaccante di Frattamaggiore è stato accerchiato dai rapinatori armati di pistola, mentre era in auto in compagnia di sua moglie

Insigne

Erano le 22.30 di sabato 27 febbraio quando Lorenzo Insigne è stato accerchiato e rapinato da due uomini armati di pistola, mentre si trovava alla guida della propria auto in compagnia della moglie e di alcuni amici al Vomero. 

RAPINA - Bottino della rapina, avvenuta in una zona molto centrale della città e fulcro della movida, orologi, bracciali e denaro in contante. I rapinatori hanno agito quando l'auto di Insigne era ferma nel traffico.

CONFERME - Dopo un iniziale scetticismo sono emerse conferme sull'accaduto, anche da parte dell'agente del calciatore partenopeo, che ha spiegato in radio, che il calciatore, seppure molto scosso per l'accaduto, non salterà a Castel Volturno l'allenamento di rifinitura che pecede il match contro la Fiorentina di lunedì sera.

I PRECEDENTI - Quello di Insigne è solo l'ultimo caso di una serie di rapine avvenute negli anni ai danni dei giocatori azzurri, ZunigaHamsik su tutti.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ma come gli vogliono bene i napoletani ai loro giocatori sono proprio attaccati

  • Ma tanto li hai soldi che danno ti hanno fatto

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni Amministrative 2017, si vota l'11 giugno

  • Cronaca

    Omicidio Fortuna, Caputo accusa la compagna: "L'ha uccisa lei, come ha ucciso suo figlio"

  • Cronaca

    Anziana investita da un pirata mentre attraversa: è grave

  • Cronaca

    Rapine e furti nelle province di Napoli e Caserta: 19 arresti

I più letti della settimana

  • La Juve non cambia: alloggerà al Parker's, nel centro di Napoli

  • Costacurta: "L'avversario più difficile che ho marcato? Ronaldo, non Maradona"

  • DA TORINO - Il Napoli su Belotti: offerta 'shock' per i granata

  • Totti su Maradona: "Hanno inventato il pallone e scritto sopra il suo nome"

  • Il racconto 'shock' dell'ex Napoli Stendardo: "Aggrediti con calci e pugni da gente armata"

  • Bimba della Terra dei Fuochi lancia un appello a Mertens: "Resta con noi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento