Gattuso perde all'esordio: Napoli beffato in pieno recupero

Azzurri allo sbando nei primi minuti, una topica di Koulibaly lancia a campo aperto Kulusevski per l'1-0 degli ospiti. Nella ripresa l'assedio azzurro è premiato da Milik, poi un contropiede finalizzato da Gervinho è letale

(foto Ansa)

Dopo 18 mesi di eleganza sartoriale, la tuta torna al San Paolo: è quella indossata dal nuovo tecnico Gennaro Gattuso, che per il debutto contro il Parma sceglie una nuova veste anche per il suo Napoli. Gli azzurri si schierano con il 4-3-3, con Callejon ala destra, Zielinski e Fabian interni, Allan regista e Milk di punta. 

Le formazioni ufficiali

Ma il Napoli parte male, complicando subito i piani di Gattuso. Dopo tre minuti scivolone di Koulibaly, parte il gioiello dell'Atalanta (in prestito a Parma) Kulusevski, che solo davanti a Meret non sbaglia. 1-0 per i ducali, gol a sangue freddo. Koulibaly sfortunatissimo nell'occasione: l'errore gli costa caro anche in termini fisici. Il senegalese, infatti, è costretto ad abbandonare il campo zoppicando, sostituito da Luperto. 

La nuova maglia del Napoli

Il Napoli però rinviene e attacca, Di Lorenzo all'undicesimo offre un pregevole pallone a Insigne. Il capitano, però, ha la vista offuscata e cicca la sfera vanificando la grande occasione. Al 19esimo ancora Insigne ha un buon pallone sul sinistro, calciato però fuori misura e debolmente. Al 24esimo un'altra buona occasione capita sul piede sinistro di Zielinski, che a pochi metri da Sepe calcia fuori. 

Ma l'errore più evidente arriva al 33esimo: Insigne è lanciato a tu per tu con Sepe, il pallone rimbalza e c'è solo da spingerlo in rete. Il capitano, invece, angola il tiro e la palla termina incredibilmente fuori. Vanificata un'altra grande occasione dal Napoli. Ed è infatti il Parma che rischia di chiudere la partita: ripartenza veloce di Gervinho, tiro dell'ivoriano che, deviato da Meret, si stampa sul palo. Il Napoli deve ritenersi anche fortunato se il primo tempo si chiude con il minimo svantaggio.  A tempo scaduto, però, l'arbitro fischia un inesistente rigore per inesistente fallo su Zielinski. Dopo il controllo al Var, la decisione viene rettificata e al Napoli viene assegnata una punizione dal limite, senza effetto. Al rientro negli spogliatoi la squadra, e Insigne in particolare, viene fischiata. 

Nella ripresa il Napoli pare più volitivo: al 58esimo la prima occasione, su calcio di punizione battuto forte da Insigne e respinto da Sepe. Due minuti dopo Milik di testa, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, trova ancora l'opposizione del portiere napoletano in prestito al Parma. Gattuso prova il tutto per tutto togliendo Allan per Dries Mertens. Il meritato pareggio arriva al 63esimo, con Milik. Il polacco, finalmente servito in posizione pericolosa, trafigge Sepe con un preciso colpo di testa. L'assist è proprio del neo entrato Mertens. 

Il Napoli attacca ma si fa trovare impreparato al 69esimo, quando Gervinho entra in area da sinistra. E' ancora una volta prodigioso l'intervento di Meret, in stile Garella, con ottima reattività. Insigne esce al 78esimo tra i fischi, al suo posto Lozano. Gli azzurri spingono ma non riescono a trovare il varco giusto. Gattuso dalla panchina si sbraccia e incita i suoi, il pubblico ci crede e spinge gli azzurri. Mertens all'88esimo punta l'uomo e tira, palla di poco a lato. 

Al 92esimo arriva la beffa: contropiede del Parma a tempo scaduto, il Napoli è sbilanciato e si lascia infilare. Gervinho è lesto e capitalizza. Una vittoria importantissima per il Parma, il primo passo falso di Gattuso sulla panchina del Napoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento