Serie A, il Napoli torna al suo posto: vittoria di 'cazzimma' sul Bologna

Gli azzurri vanno sotto dopo 25 secondi, il Bologna perde Verdi dopo tre minuti. Autogol di Mbaye, poi doppietta di Mertens (uno dal dischetto) per ribaltarla e vincerla. Finisce 3-1, gli azzurri mostrano sicurezza

(Mertens segna il gol del momentaneo 2-1 / Napoli-Bologna del 28 gennaio - foto Ansa)

Un po' sottotono il Napoli ma tanto basta a battere un Bologna insolitamente votato all'attacco. Sarri schiera il solo Chiriches al posto di Albiol, Donadoni con il 4-3-3: Di Francesco, Palacio e Verdi in attacco. Ed è proprio quest'ultimo il più atteso al San Paolo: ci si aspettava qualche fischio dopo il rifiuto di Verdi al Napoli, invece il calciatore viene totalmente ignorato. E Donadoni deve sostituirlo dopo soli tre minuti. Il fantasista si prodiga in un recupero palla ma qualcosa cede, un probabile strappo al flessore. Al suo posto Krejci. Al terzo minuto, però, il Napoli è già sotto. Dopo venticinque secondi il Bologna passa con una buona combinazione tra Dzemaili e Di Francesco, palla al centro e Palacio, lasciato solo da Koulibaly, colpisce. Ma al Napoli bastano tre minuti per pareggiare: calcio d'angolo, la sfera carambola su Mbaye ed è 1-1 grazie all'autogol. Sono comunque i felsinei a sorprendere gli azzurri, con un atteggiamento mai visto in questi anni di sfide al Bologna: Palacio si presenta solo davanti a Reina al 26esimo, salva il portiere spagnolo. Cinque minuti prima era stato Mario Rui a evitare il gol su Dzemaili. Il Napoli comincia a spingere dal trentesimo, e alla prima occasione Mazzoleni concede il penalty. Masina atterra ingenuamente Callejon, dal dischetto va Mertens che senza problemi ribalta la gara. 

Nel secondo tempo è tutta un'altra storia. Il Bologna è visibilmente stanco, il Napoli si limita a controllare e la chiude appena può. Minuto 58, ripartenza azzurra: Insigne serve Mertens, che rientra e tira. È il gol del 3-1, una rete alla Del Piero (o alla Insigne prima maniera se preferite), la doppietta per il belga, il terzo gol in due gare. Escono Hamsik per Zielinski, Jorginho per Diawara e Insigne (senza polemiche) per Rog. Succede poco o nulla fino al fischio finale, gli azzurri mettono in mostra grande sicurezza, reagendo bene a un avvio di gara intenso del Bologna, riuscendo a vincere la partita senza patemi. Sembra che dall'infortunio di Ghoulam il Napoli abbia tratto anche alcuni benefici. La squadra ha ampliato le proprie risorse, cominciando a giocare - bene - anche a destra. Si torna in campo domenica 4 febbraio per il derby in trasferta contro il Benevento, oggi nuovamente sconfitto a Torino. Si canta "Vinci per noi il tricolore" allo stadio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento