Guarente chiama il Napoli: "Mi piacerebbe giocare al San Paolo"

Il centrocampista dell'Atalanta ammicca all'interesse azzurro nei suoi confronti

Il centrocampista dell’Atalanta, Tiberio Guarente, intervenendo a Radio Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla trattativa di mercato che lo riguarda: "Io al Napoli? Vorrebbe dire che ho lavorato bene. E poi, vedere cinquantamila tifosi incitare la squadra al San Paolo è meraviglioso. A chi non farebbe piacere indossare la maglia azzurra? Il Napoli è tra le prime quattro società italiane, è ambiziosa, sarebbe bello giocare lì, ma per ora sono un tesserato dell’Atalanta. Spero che tutto vada bene, poi vedremo. Il Napoli potrebbe essere un tramite per l’Udinese? Al momento si parla di ipotesi, ma è chiaro che se mi cercasse il Napoli, sarebbe difficile andare via dall’azzurro per essere utilizzato come pedina di scambio. Manfredini? Ottimo difensore, l’Europe League sarebbe una grande vetrina per tutti e mister Mazzarri avrebbe bisogno di valide alternative in campo. Thomas ed io potremmo garantirgliele, ma per ora siamo soltanto parlando di ipotesi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

Torna su
NapoliToday è in caricamento