Mario Rui da esubero a "eroe" col Liverpool: le parole dell'agente

Mario Giuffredi parla di una "scintilla scoccata" a Dimaro: "Quando un giocatore si vede amato dalla gente, rivalutato dalla stampa, ha la gioia di fare il suo lavoro"

Mario Rui, Ansa

La prestazione di Mario Rui contro il Liverpool, martedì sera al San Paolo, è stata sicuramente esaltante. Proprio il calciatore che lo scorso anno ad Anfield perse Salah in un'azione tristemente memorabile, è stato una spina nel fianco continua per i reds.

"Il calcio è così, la prossima partita se c'è un errore saranno tutti pronti lì a dire che Mario Rui non è da Napoli – sono le parole a Radio Punto Nuovo del suo agente Mario Giuffredi – Lui deve continuare a fare il suo lavoro, non esaltarsi, una partita non basta a dimostrare di essere un giocatore di valore. I giocatori devono sapere che al prossimo errore avranno tante critiche, guardare quello che ha fatto di buono fino ad'ora e costruire su questo. Mario Rui l'anno scorso ha fatto tante partite e belle prestazioni, magari macchiate da qualche errore. Magari quest'anno è visto con occhio diverso, è sempre stato un giocatore di rilievo". La spiegazione? Giuffredi parla di una "scintilla scoccata" a Dimaro: "Quando un giocatore si vede amato dalla gente, rivalutato dalla stampa, ha la gioia di fare il suo lavoro in maniera diversa, questo a differenza che essere massacrato dalla mattina alla sera".

Le parole di Mario Rui dopo la sfida col Liverpool

"Martedì abbiamo battuto i migliori al mondo in questo momento ma dobbiamo riconfermarci già domenica contro il Lecce". Mario Rui intanto, a Radio Kiss Kiss, ribadisce che si è trattata di una partita importante ma che bisogna guardare avanti. "Il Lecce ha vinto a Torino meritatamente e abbiamo analizzato la partita anche contro l'Inter – ha detto il portoghese – pure lì hanno provato a giocare, uscire da dietro col portiere. Hanno giocatori forti individualmente".

Ma Mario Rui è convinto che il Napoli sta crescendo. "Ogni anno c'è un salto in avanti, ci avviciniamo a grandi obiettivi. I nuovi arrivi sono di qualità. Di Lorenzo ha qualità sotto gli occhi di tutti ed è un ragazzo per bene. Llorente è un campione ma ha umiltà, e s'è calato bene in questa realtà. Lozano altrettanto, Elmas è un ragazzino ma ha tanta personalità e qualità. Il mercato è stato grandioso per noi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Riso e verza: la vera ricetta napoletana

  • Allerta meteo prorogata fino alle 14 di domani: l'avviso della Protezione civile

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento