Insigne e la vita degli azzurri ai tempi del Coronavirus: "Siamo in contatto tutti i giorni"

Barba e capelli più lunghi, il capitano del Napoli racconta a Sky come sta andando l'isolamento

Il calcio non aspetta altro di tornare a far sognare i tifosi, e gli stessi calciatori non vedono l'ora sia di nuovo tutto normale. Intanto il capitano del Napoli Lorenzo Insigne, intervistato da Sky Sport, ha spiegato come è cambiata la vita dei calciatori in questo periodo di emergenza Covid-19.

"Prima eravamo sempre in viaggio tra club e Nazionale, eravamo poco a casa. Ora - le parole dell'azzurro - ci stiamo godendo le nostre famiglie". "Mia moglie ancora mi sopporta", scherza il capitano.

Ma vorrebbe giocare, è chiaro. "Mi manca tanto andare al campo, fare gli allenamenti, la partita. Subito no, ora però ne sento davvero la mancanza". Ad ogni modo, i calciatori non hanno smesso di allenarsi. "Siamo in contatto tutti i giorni con lo staff che ci fa allenare duramente, siamo professionisti e bisogna allenarsi per stare sempre bene fisicamente. Con i compagni ci sentiamo su WhatsApp, facciamo le videochiamate e ci facciamo quattro risate guardando barbe e capelli lunghi, ma secondo me sono io quello che sta messo peggio di tutti".

Nell'intervista Insigne ha parlato di Gattuso, col quale si è trovato subito bene. "Mi ha fatto sentire importante, è sempre stato chiaro nei miei confronti e l'ho sempre apprezzato. Tutti conoscono il suo carattere, prima di entrare in campo si scherza e si ride, poi pretende giustamente la massima concentrazione". "Ascoltare uno come lui che ha vinto tanto in carriera e che è stato campione del mondo, fa piacere - ha aggiunto Insigne - a tutta la squadra. Abbiamo un buon rapporto, ci sentiamo quasi tutti i giorni e ne sono contento. Parliamo non solo di calcio, ma anche dell'emergenza Coronavirus che stiamo vivendo, delle nostre famiglie, degli allenamenti, di tutto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sul futuro, cioè sull'Europeo: "Volevamo fare grandi cose quest'estate, siamo una squadra forte - le sue parole a proposito della Nazionale - ma faccio mio quello che ha detto mister Mancini, vuol dire che l'Europeo lo vinceremo l'anno prossimo, lui conosce il gruppo, io anche e sappiamo che abbiamo costruito un grande gruppo. Da qui all'anno prossimo potremo recuperare gli infortunati perche' per vincere gli Europei avremo bisogno di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

Torna su
NapoliToday è in caricamento