DIMARO - Insigne, Mertens e Manolas rispondono ai tifosi: le dichiarazioni degli azzurri

Bella serata nel ritiro del Napoli con i tre calciatori che si sono concessi alle 'interviste' speciali dei supporters partenopei presenti in Trentino

(foto Instagram Ssc Napoli)

Bella serata a Dimaro nel ritiro del Napoli. Il capitano Lorenzo Insigne, Dries Mertens ed il neo-acquisto Kostas Manolas hanno incontrato i tifosi in piazza, rispondendo a domande e curiosità.

Nel corso dell'incontro, simpatico siparietto tra Carlo Ancelotti e Lorenzo Insigne, con il tecnico azzurro che tra il pubblico ha voluto porre una domanda al suo calciatore: "Lorenzo ma come mai in Nazionale con un modulo diverso ti trovi meglio?". 

Queste le dichiarazioni più interessanti dei tre azzurri: 

INSIGNE 

"Tutti i campioni che verranno a Napoli sono i benvenuti per far crescere la nostra qualità. Siamo un gruppo unito e questo è importante. Lotteremo con tutte le nostre forze per arrivare lontano. Ho sempre cercato di dare una mano ai miei compagni. Le parole di responsabilizzazione del mister e del Presidente le ho accolte bene perché saranno un sostegno per dare ancora di più da capitano. Essere napoletano e giocare al Napoli non è semplice, ma per me è una grande gioia e vorrei sempre dare il massimo per la mia squadra. Vorrei restare a vita in azzurro. Mi sono messo sempre a disposizione dei miei compagni e del mister e continuerò così. Il mio sogno è quello dei tifosi: vincere lo scudetto. Ancelotti è un signore, sia con noi calciatori che con lo staff. Ha un carattere stupendo. La verità è che abbiamo trascorso un anno insieme e un difetto non gliel'ho ancora trovato. Di Sarri, visto che è andato alla Juve, non parlo".

MANOLAS

"Ringrazio i tifosi per come mi hanno accolto qui, sento tanto affetto intorno e dico a tutti che sono pronto a dare il massimo e ripagare la fiducia. Non ho mai avuto dubbi a scegliere Napoli sin da quando la società mi ha cercato. Non ci ho pensato neppure un secondo. Sono sicuro che è la scelta migliore che potessi fare. Ancelotti non ha bisogno di parole. Tutta la sua carriera parla per lui. Mi ha accolto benissimo, mi ha voluto al Napoli e io gli prometto che farò di tutto per raggiungere grandi obiettivi. La coppia con Kalidou? Ho sempre detto anche ai miei amici che Koulibaly è un grandissimo difensore, sia in fase difensiva che in possesso palla. Sono certo che insieme potremmo fare molto bene. Non sarà facile sostituire Albiol, perché è stato un campione che ha dato tanto anche umanamente. Ma sono pronto e lo dimostrerò in campo. Vedendo il Napoli dall’esterno ho sempre ammirato il gioco e come si esprimeva in campo".

MERTENS

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Giocare per il Napoli è un sogno e riuscire a superare Maradona e Marek sarebbe ancora più bello. Voglio restare qui ancora a lungo anche per questo traguardo. Questo è il settimo anno che sono al Napoli e mi sento a casa anche grazie all’amore della gente. Mi ricordo il primo giorno che venni in città quando giocavo con l'Utrecht e affrontammo il Napoli. Feci una passeggiata prima del match, vidi Castel dell'Ovo, il Lungomare e mi innamorai subito. Oggi vorrei restarci per sempre. Vogliamo vincere lo scudetto, ma noi stiamo facendo di tutto e anche il secondo posto è un traguardo importante per tutto quello che abbiamo fatto. Per vincere servono altri acquisti di qualità per alzare il livello. Per vincere farei di tutto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

Torna su
NapoliToday è in caricamento