Grassani: "De Laurentiis pensa ad una causa milionaria per lo scudetto 2018"

La rivelazione dell'avvocato della Ssc Napoli, che ha parlato anche della questione cori discriminatori

Aurelio De Laurentiis

L’avvocato Mattia Grassani, legale del Napoli, è oggi intervenuto nel corso di "Si gonfia la rete" su Radio Marte, toccando l'argomento cori discriminatori e parlando di una possibile causa che De Laurentiis potrebbe intentare a proposito della stagione 2017/18.

La questione cori discriminatori

“Prendiamo atto che c’è stata un’interpretazione rigorosa di una norma che regolamenta i cori discriminatori – spiega Grassani – e aspettiamo che tutto ciò venga applicato quando si verifichino comportamenti discriminatori. Dico anche che bisognerebbe intervenire in maniera molto più drastica perchè questi comportamenti non possono entrare negli stadi. Anni fa ci fu la guerra contro il materiale pirotecnico, guerra che fu vinta e oggi non entra più nulla negli stadi. C’è stata la guerra contro gli striscioni ed è stato inserito un filtro che verifica ogni domenica ciò che entra negli stadi: spiegatemi perchè non si possano fermare i cori discriminatori. Quando l’arbitro viene colpito fisicamente sospende la partita e si va tutti a casa. Ecco, così bisogna fare anche in caso di cori beceri: sospendere la partita e tutti a casa”.

Il match a Bergamo con l'Atalanta, squadra la cui tifoseria non si può certo definire amica dei supporter azzurri, potrebbe essere già un banco di prova importante sulla vicenda. "Speriamo che sia una gara rispettosa e che i cori siano solo di sfottò – ha spiegato Grassani – C’è un iter complicato da seguire di fronte a cori discriminatori e questo è frutto di una cervellotica costruzione perché quando si tratta di attentati all’integrità fisica di arbitri o giocatori è tutto molto chiaro. Non lo è invece quando gli episodi di gara riguardano gli spalti, la procedura è complicata". Se la procura non interviene, ha proseguito l'avvocato, "faremo di tutto per estirpare questo male, il cartellino giallo non serve, va applicato direttamente il rosso. È inutile rincorrere cavilli che non premiano gli onesti".

Da Laurentiis chiederà i danni per il risultato dello scorso campionato?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il legale del club di Aurelio De Laurentiis ha poi parlato dell'idea del patron di portare in tribunale il risultato dello scorso campionato, condizionato a favore della Juventus in diversi episodi chiave. "Causa milionaria per il mancato scudetto dello scorso anno? Il presidente è un amabile provocatore che mette sul piatto tematiche interessanti – ha detto Grassani – Non credo stesse scherzando, non ci sono rapporti tra me e lui relativa a questo tema, ma spesso ho sentito De Laurentiis discutere di ciò perchè lui paga per un servizio, lo offre, fa girare l'economia e si trova di fronte a tanta incapacità che qualcuno deve risarcire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento