De Laurentiis: "Voglio investire sul San Paolo. Calcio italiano noioso"

Il presidente del Napoli tra i protagonisti di un forum sul calcio italiano organizzato dal Corriere dello Sport

De Laurentiis (foto Ansa)

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha partecipato ad un forum organizzato dal Corriere dello Sport sul futuro del calcio italiano: "Vorrei chiarire che la Juventus ha avuto 75 milioni gratuitamente da Sport 5, quindi il costo dello Stadium è stato molto ammortizzato. Tra l'altro la famiglia Agnelli ha un'influenza a Torino che gli ha permesso di avere una scorciatoia con gli interessi delle banche. Questo la dice lunga. Non dimentichiamoci che il Napoli che, pur giocando in uno stadio compromesso, sta andando avanti. Io voglio tra l'altro investire soldi nel San Paolo. Io però a Malagò dico che il problema degli stadi non è principale".

"Noi stiamo giocando un calcio noioso e statico - ha aggiunto il patron azzurro - perché è tutta tattica rispetto alla Premier. La Juve ha tanti punti in più delle avversarie e allora vuol dire che c'è qualcosa che non funziona, ovvero penso allo spendere più di quanto si fattura. Il Napoli non ha un euro di debiti con le banche ma mi chiedo come si fa ad accedere ad un mercato quando i media spingono solo sui grandi nomi e non sugli acquisti apparentemente non eclatanti ma utili alla causa? Mio nipote gioca a calcio a Roma ma quando vede una partita di calcio in tv resiste 10 minuti e poi va a giocare ai videogiochi, che trova più avvincenti. Il nostro è un calcio noioso. La più grossa cazzata è che noi prendiamo tanti giocatori e poi possiamo fare solo tre cambi. La verità è che noi produciamo un calcio noioso, un gioco che guardano solo i vecchi. Siamo dipendenti della Uefa? E' questa la domanda che dobbiamo porci. Lotti ha fatto un casino, cosa c'entrava col calcio uno come lui?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi abbiamo lo spaccio dentro le nostre curve! Chiediamoci quanto fatturano con il fumo là dentro! Nelle curve non c'è il calcio sano ma i questori si cagano sotto di daspare certi soggetti. Questo è il paese più corrotto del mondo! Perché i tifosi mi scrivono contro? Mi hanno attaccato in tutta la città quando ho preso Sarri. Nessuno che ha detto che è stata una bella intuizione da parte mia. Ora, qualche anno dopo, tutti parlano di lui", ha concluso De Laurentiis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

  • Litigio furibondo all'esterno di un bar, giovane presa a schiaffi dal fidanzato

  • Crollo a Pianura, operai sepolti sotto le macerie: due morti

Torna su
NapoliToday è in caricamento