De Laurentiis: "I tifosi non sono i proprietari del Napoli. Basta col populismo"

Il presidente azzurro ha parlato da Salisburgo

De Laurentiis

"I tifosi non sono proprietari del club. E' chiaro che noi lo spettacolo, così come avviene nel cinema, lo facciamo per far piacere ai tifosi. Ma i proprietari non sono loro. In casa mia, decido io". Così Aurelio De Laurentiis ha parlato con i giornalisti da Salisburgo, dove è al seguito della squadra per il match di ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

"Ieri me ne sono andato infuriato dal vertice sulle Universiadi - ha aggiunto il patron azzurro, che ha punzecchiato ancora una volta il Comune di Napoli - . Vogliono fare i populisti, gli imbonitori con gli elettori perchè vogliono passare dal Comune alla Regione, poi bisogna vedere se ci riusciranno".

De Laurentiis ha tolto anche Lorenzo Insigne dal mercato e ha annunciato il rinnovo del ds Giuntoli per i prossimi cinque anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento