Coronavirus, l'avvocato Grassani: "Il Napoli potrebbe anche tagliare gli stipendi"

Secondo l'avvocato del Napoli Mattia Grassani - considerata "l'impossibilità di prestazione il club può anche tagliare gli stipendi"

"Se la Uefa sposta Europeo e finali di Champions ed Europa League allora bisognerà giocare la serie A anche a Ferragosto, far ripartire anche il calcio quando ripartirà l'Italia": lo afferma l'avvocato del Napoli Mattia Grassani. Secondo Grassani - intervenuto a Radio Punto Nuovo - "considerato che c'è un'impossibilità di prestazione il club potrà tagliare anche gli stipendi". 

"La nostra missione ora è tenere i giocatori più vicini al club con tecnici, mental coach e strumenti utili per tenersi in forma anche a casa. Ogni società fa quello che meglio crede, ma lasciar andare via i giocatori non è produttivo per la ripresa di domani", aggiunge l'avvocato Mattia Grassani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento