Stadio San Paolo, è il giorno della firma della convenzione

A Palazzo San Giacomo l'incontro decisivo

Dopo anni di discussioni, colpi di scena e polemiche, oggi è finalmente il giorno della firma sulla convenzione per lo Stadio San Paolo che regolerà i rapporti tra il Comune di Napoli ed il Napoli calcio. L'incontro, a cui parteciperanno il patron azzurro Aurelio De Laurentiis e il Sindaco Luigi de Magistris, è previsto a Palazzo San Giacomo ad ora di pranzo.

La durata dell'accordo sarà di 5 anni con opzione per altri 5. 

"E' una giornata importante - spiega il direttore generale comunale Attilio Auricchio a "Si gonfia la rete" in onda su Radio Marte - . Metteremo un suggello ad un lavoro che ha avuto un percorso lungo e tormentato in alcuni momenti. Ci vedremo a Palazzo San Giacomo col presidente De Laurentiis davanti al segretario generale del Comune e non ci saranno discussioni, c’è solo da sottoscrivere la convenzione. Abbiamo messo in sicurezza il rapporto che in questi anni è stato complicato e quindi con questo strumento abbiamo regolamentato i rapporti. Poi, se De Laurentiis vorrà, si darà il via ad una serie di iniziative che riguarderanno il San Paolo e devo dire che il presidente l’ho sentito molto motivato. Certamente qualche idea sul San Paolo la porterà avanti e noi saremo felici di accompagnarlo".

"Eliminazione della pista d'atletica? Non c’è nessuna preclusione a riguardo. Il quartiere di Fuorigrotta ha un pista di atletica e deve continuare ad averla perché parliamo di una pista utilizzata da centinaia di cittadini ogni giorno. Non può essere quindi eliminata del tutto, si può però pensare di spostarla: la cosa importante è che il quartiere continui ad avere una pista di atletica. La nuova convenzione regola l’utilizzo del San Paolo strettamente legato alla partita di calcio. Tutto ciò che concerne l’evento sportivo viene governato in maniera chiara e condivisa e quindi lo stadio resta di proprietà dell’amministrazione, ma viene dato in concessione d’uso alla società che svolge la sua attività. Ci sono alcune aree però che restano nella concessione permanente della società: il manto erboso ad esempio e il Napoli ne curerà la manutenzione ordinaria e straordinaria, ma anche lo spogliatoio e la tribuna d’onore", conclude Auricchio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento