Bargiggia litiga con un tifoso napoletano: "Siete dei poveretti"

Il giornalista Mediaset ingaggia un confronto sul suo profilo twitter: "Lavoro dal 1989, non ho bisogno dei napoletani"

"Avete sempre criticato il gioco del Napoli, invece siete solo invidiosi", scrive un tifoso azzurro sulla bacheca twitter di Paolo Bargiggia, giornalista Mediaset. Bargiggia replica: "Voi chi? Giochi ancora con i soldatini?", poi rincara la dose dialogando con chi è dalla sua parte: "Sono dei poveretti", scrive riferendosi a un indefinibile gruppo di persone, "che devono per forza identificarsi in qualcuno altrimenti si sentono ancora più il nulla nella vita". Gli risponde un altro tifoso del Napoli: "A me sembra che tu sia un poveretto, che per non sentirsi il nulla ha paradossalmente bisogno soprattutto di noi napoletani di cui non capirai mai niente. Ci vuole quella cultura che non sarai mai in grado di acquisire fino a quando risponderai in modo così banale".

"Faccio questo lavoro dal 1989 e ho bisogno dei napoletani? Ah, ah, ah. Curati! Cerca un bravo specialista", la stoccata finale di Bargiggia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento