Pedullà: "Ancelotti-Juve? Difficile. Su Insigne partita non chiusa"

Il noto giornalista di Sportitalia ha fatto il punto della situazione sul mercato del Napoli

Ancelotti

Il nome di Carlo Ancelotti è stato accostato alla Juventus in più di qualche occasione negli ultimi mesi. Il tecnico del Napoli ha uno splendido rapporto con Cristiano Ronaldo, ma dopo l'esperienza sotto la Mole sul finire degli anni '90, il rapporto tra l'allenatore di Reggiolo ed il tifo bianconero è rimasto tutt'altro che idilliaco.

Dell'ipotesi che Ancelotti possa rientrare tra i papabili per sedersi sulla panchina di Massimiliano Allegri ne ha parlato il noto giornalista di Sportitalia Alfredo Pedullà ai microfoni di Radio Marte, nel corso della trasmissione "Si Gonfia la Rete": "Ancelotti alla Juve al posto di Allegri? Difficile. Non è che prendendo Ronaldo e l’allenatore che lo ha allenato, poi matematicamente vinci la Champions. Quando devi cambiare 4 o 5 giocatori oppure l’allenatore, decidi di cambiare allenatore. E’ accaduto questo alla Juventus e ci sarà da lavorare in queste ore, ma ci sono delle idee".

Pedullà ha parlato anche di Lorenzo Insigne: "La partita Insigne non è chiusa. Quando sbandieravano un rinnovo sicuro, la nostra posizione era un pò diversa perchè l’attaccante ha un contratto lungo e ricco e dopo un incontro tra le parti non vengono spazzate via le incertezze. Siamo in una fase di stand-by e magari tra 10 giorni si firmerà il prolungamento, ma non è in programma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento