Buone notizie per Malaventura: l'ex capitano del Napoli Basket torna a casa

Notizie incoraggianti per l'ex cestista azzurro, ricoverato in ospedale nei giorni scorsi

Malaventura

Un guerriero in campo e nella vita. A Napoli tutti gli appassionati di basket lo ricordano con grande affetto e hanno ancora negli occhi quel suo tiro da tre che il 6 gennaio 2008 regalò la vittoria sull'Armani Milano all'ultimo secondo, facendo esplodere di gioia il PalaBarbuto.

Oggi Matteo Malaventura sta combattendo un'altra importantissima battaglia ed arrivano le prime buone notizie. L'ex capitano del Napoli Basket, che era stato ricoverato nei giorni scorsi per una bruttissima polmonite, è tornato a casa.

Malaventura ha lasciato l’ospedale e proprio nel giorno della Festa del Papà ha raggiunto la sua amata famiglia. "Regalo più bello non poteva farci. Matteo è ancora debole e la polmonite non è passata, ma averlo con noi è già un grande successo", ha raccontato emozionata alla Gazzetta dello Sport la moglie Marianna.

L'ex giocatore biancoazzurro - riferisce la 'rosea' - dovrà stare in isolamento e andranno usate tutte le precauzioni del caso, ma la situazione migliora giorno dopo giorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il messaggio dei giorni scorsi

Malaventura dal letto d'ospedale aveva condiviso un messaggio molto forte pubblicato dal suo agente: "Ciao a tutti, sono in ospedale con una polmonite e attaccato all’ossigeno. Scrivo questo messaggio per sensibilizzare tutte le persone sulla gravità della situazione Coronavirus. Io sono una persona giovane e spero di guarire, ma ieri sono stato al pronto soccorso e ho visto delle cose surreali. Sembra di essere in guerra, in sole 4 ore ho visto arrivare più di 50 persone, tutte anziane e tutte con le stesse crisi respiratorie. Una cosa impressionante, vorrei fare i complimenti e un ringraziamento infinito a tutti i dottori e infermieri che stanno lavorando, vi meritate un monumento. A tutte le persone fuori: rispettate le regole. Non è un gioco, spero di rivedervi tutti presto, con affetto Matteo Malaventura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento