Miracolo al Franchi, il Napoli torna a Vincere

Ha il sapore dell’impresa il successo degli azzurri a Firenze. Tre punti che in trasferta mancavano da 364 giorni. Maggio regala la seconda vittoria consecutiva con un gol nei minuti finali. La squadra appare trasformata dalla cura Mazzarri

A distanza di 364 giorni il Napoli torna a vincere in trasferta. Era dal 26 ottobre 2008 che gli azzurri non si imponevano lontano dal San Paolo. Il colpo grosso arriva a Firenze, contro una squadra in grande in forma e lanciata verso le zone nobili della classifica. Funziona appieno il cambio in panchina, con un Mazzarri che ha saputo infondere tutto il suo agonismo a giocatori che appena tre settimane fa sembravano smarriti e senz’anima.

Al Franchi c’è voluta una prestazione gagliarda da parte degli azzurri, che hanno avuto la forza di subire le iniziative dei viola senza però mai sbandare, guidati dalla coppia quasi perfetta formata da Rinaudo e Contini. Mazzarri ridisegna il Napoli, spostando ali Hamsik e Lavezzi in appoggio a Quagliarella e rinfoltendo la linea mediana con l’ingresso di Pazienza per Datolo. Prandelli, invece, sceglie Mutu e lascia inizialmente in panca Gilardino, salvo poi gettarlo nella mischia nella ripresa al posto del rumeno.

La partenza è tutta marchiata viola, eccezion fatta per la fiammata di Maggio che trova Frey pronto sul suo destro. L’occasionissima per i padroni di casa giunge sui piedi di Vargas (il migliore in campo assieme al numero 1 fiorentino) che grazia De Sanctis. Da lì in poi è solo Napoli. Gli ospiti, infatti, riconquistano campo e riescono a tenere a bada senza troppe ambasce gli avanti toscani. Lavezzi, sempre troppo svagato in area avversaria, si lascia ipnotizzare da Frey, superlativo anche nella successiva respinta su Maggio.   

Prandelli decide allora di correre ai ripari e di inserire chili in area, con l’ingresso di Gilardino. Il cambio dà subito i suoi frutti con l’attaccante che si fionda su una palla vagante ed impegna seriamente De Sanctis, poi salvato da Hamsik che respinge sulla linea di porta il tiro di Jorgensen. La Fiorentina schiaccia il Napoli nella propria trequarti, che non riesce più a ripartire e fatica a superare la metà campo. Vargas è sempre un’ira di dio, scappa da tutte le parti portandosi dietro anche tre uomini e concludendo in maniera pericolosa verso De Sanctis dopo una galoppata di quaranta metri. I viola, così come accaduto nella prima frazione, però ad un certo punto finiscono il fiato e prestano il fianco al Napoli che prende coraggio ed imbastisce venti minuti di grandissima qualità. Quagliarella, inconsistente per tutto il match, prosegue a bisticciare col pallone e manca una facile occasione a tu per tu con Frey. Il portiere viola compie il vero capolavoro al minuto ottanta, quando devia da campione il rigore che Hamsik si procura e che Quagliarella si incarica di sbagliare. Gli azzurri però non mollano la presa. Mazzarri, dopo essere stato espulso per proteste, ordina dagli spogliatoi l’ingresso di Denis per lo spento attaccante stabiese. E’ la mossa che decide il match: due minuti dopo l’argentino si invola sulla sinistra e serve a Maggio un assist che Maggio è clinico nel trasformare nel gol vittoria. Una rete che sa di liberazione e pone fine ad incubo che durava da tanto tempo. Seconda vittoria in due gare e secondo gol di Maggio negli istanti finali del match.

La cura Mazzarri funziona. Il tecnico ha saputo trasformare una squadra evidentemente condizionata dalla stessa malinconia di Donadoni. La grinta e la voglia del nuovo allenatore hanno contagiato un ambiente quasi rassegnato ed ora pronto a rimettersi in corsa verso obiettivi che fino a venti giorni fa sembravano pura utopia. 

GOL E AZIONI IMPORTANTI

2’ OCCASIONE NAPOLI: Lavezzi illuminante con un passaggio filtrante per Maggio che, molto defilato, impegna Frey in una deviazione in tuffo.

9’ OCCASIONE FIORENTINA: Gargano perde palla sulla sua trequarti, Mutu serve Jovetic che da fuori area scocca un tiro che De Sanctis blocca in presa bassa.

22’ OCCASIONE FIORENTINA: Zanetti lancia Vargas che tutto solo in area angola troppo e manda a lato.

29’ OCCASIONE NAPOLI: Hamsik verticalizza per Lavezzi che da solo si fa incredibilmente  parare il tiro da Frey, sulla respinta Maggio spara ancora sul portiere.

47’ OCCASIONE FIORENTINA: Corner di Vargas, la palla giunge a Giardino su cui si supera De Sanctis, sulla respinta il tiro di Jorgensen viene respinto sulla linea da Hamsik..

64’ OCCASIONE FIORENTINA: Vargas dribbla un uomo e si invola verso la porta azzurra: entrato in area scocca un sinistro respinto a mani aperte da De Sanctis.

73’ OCCASIONE NAPOLI: Su rilancio di De Sanctis Quagliarella scappa via a Natali, ma a tu per tu con Frey non riesce a saltare il portiere viola.

80’ OCCASIONE NAPOLI: Rigore guadagnato da Hamsik. Si incarica Quagliarella della battuta e Frey intuisce e devia in corner.

82’ OCCASIONE NAPOLI: Hamsik serve Quagliarella che da posizione defilata scarica un destro sui pugni di Frey.

88’ GOL NAPOLI: Denis vola via sulla sinistra e mette in mezzo per Maggio che con tocco leggero supera Frey.

TOP

Rinaudo 7: Sfrutta alla grande l’occasione che gli offre Mazzarri dopo la squalifica di Cannavaro. Nella zona centrale dell’area tutti i palloni sono suoi. Poco propenso a finezze, spazza via tutto quello che orbita dalle sue parti. Mercoledì contro il Milan potrebbe esserci ancora lui, sarebbe una conferma meritata.

Maggio 6,5: Ha la sfortuna di trovare dal suo lato l’indemoniato Vargas che, con l’aiuto di Grava e Gargano, riesce quantomeno a limitare. Assicura un discreto apporto in fase offensiva. Risulta decisivo per la seconda domenica di fila con un gol che è perfetta sintesi di tempi d’inserimento e sensibilità di piede.

FLOP


Quagliarella 4: L’ex udinese è lontanissimo parente di quello ammirato sul finire della scorsa stagione. Poco partecipe nell’azione e senza ispirazione finisce per sbagliare una facile occasione dinanzi a Frey e soprattutto di gettare al vento il rigore conquistato da Hamsik.

FIORENTINA-NAPOLI 0-1

MARCATORE: Maggio al 43' st
FIORENTINA (4-2-3-1): Frey; De Silvestri, Gamberini, Natali (28' st Comotto), Gobbi; Zanetti, Montolivo; Santana (30' pt Jorgensen), Jovetic, Vargas; Mutu (1' st Gilardino). All: Prandelli.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, Rinaudo, Contini; Maggio, Pazienza, Gargano, Aronica; Hamsik, Lavezzi (45' st Datolo); Quagliarella (42' st Denis). All: Mazzarri.
ARBITRO: Morganti.
Espulso: Mazzarri.
Ammoniti Mutu, Grava, Aronica, Contini, Zanetti, Gamberini, Rinaudo.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento