La Federazione ginnastica al Quirinale per i suoi 150 anni

Il Vicepresidente Pitton nella delegazione ricevuta da Mattarella «Una grande emozione!»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto al Quirinale una delegazione della Federazione Ginnastica d’Italia che quest’anno celebra il 150° anniversario della sua fondazione. Nella prestigiosa Sala Ricci, con il Presidente del Coni Giovanni Malagò ed il Presidente della Federginnastica Gherardo Tecchi, c’erano i due Presidenti onorari Bruno Grandi e Riccardo Agabio, i due Vicepresidenti, il vicario Valter Peroni e Rosario Pitton, il Segretario Generale Roberto Pentrella, Marco Fumaneri ed Emanuele Lajolo di Cossano, Presidenti rispettivamente delle società ultracentenarie Triestina e Reale Società Ginnastica di Torino. Con loro anche le medaglie olimpiche e mondiali Franco Menichelli, Jury Chechi, Igor Cassina, Vanessa Ferrari, le Farfalle della ritmica Elisa Santoni ed Elisa Blanchi, la coppia due volte campione del Mondo di aerobica, Michela Castoldi e Davide Donati. Infine, Paola Porfiri e Fulvio Traverso, in rappresentanza rispettivamente dei tecnici e degli ufficiali di gara. "150 anni, 140mila tesserati, oltre mille società affiliate e ovviamente le varie specialità in cui la Ginnastica si esprime sono un patrimonio di orgoglio per il nostro Paese - ha esordito il Capo dello Stato - ricordo le Olimpiadi di Roma '60 e tutte le medaglie vinte da Franco Menichelli, come quelle vinte da Jury Chechi, da Igor Cassina e dalle Farfalle della ritmica. Nonostante tutto questo, la gran parte del nostro Paese si accorge della Ginnastica solo durante la rassegna a 5 Cerchi e, in quell'occasione, si entusiasma perché comprende che la Ginnastica è un insieme di tradizione, preparazione, allenamento, controllo di sé stessi, eleganza e padronanza di movimenti. Vi ringrazio per il prestigio che avete portato al nostro Paese, è stato un piacere avervi qui. Vi faccio i miei più sentiti auguri" ha concluso Sergio Mattarella. “La Federazione Ginnastica d'Italia con i suoi 150 anni è la veterana delle Federazioni ma al tempo stesso, con l’80% dei suoi tesserati sotto i 18 anni, è anche la Federazione più giovane” ha osservato Giovanni Malagò – quello che oggi è il Coni, che ho l’onore di presiedere, è anche merito della Federginnastica” – ha concluso il numero uno dello sport italiano. Infine, i ringraziamenti del Presidente Tecchi al Capo dello Stato, a nome di tutta la Federazione Ginnastica "Signor Presidente per noi è un onore aprire la celebrazione dei nostri 150 anni qui al Quirinale. La storia di una disciplina iniziata nel lontano 1869, prima utilizzata per la preparazione militare poi divenuta uno sport molto vicino al popolo, per permettere ai giovani di avere quella fisicità utile per affrontare al meglio la vita. La Federazione, diventata ente morale nel 1896, fa da sempre cultura sportiva parallelamente all’attività agonistica nello spirito olimpico. Grazie signor Presidente per averci ricevuto".

Torna su
NapoliToday è in caricamento