Perché lo Stadio Collana si chiama così

Da campo ufficiale del Calcio Napoli a campo di concentramento delle SS, attraverso i nomi la storia dell'impianto sportivo vomerese

L'impianto sportivo vomerese, nato nei primi anni '20, originariamente era stato battezzato "Stadio del Littorio", detto anche "Stadio XXVIII ottobre" per celebrare la marcia su Roma.

Stadio ufficiale del Calcio Napoli nella stagione 1933/34, nel 1943 fu requisito e utilizzato dalle SS come campo di concentramento dei napoletani da inviare in Germania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ribattezzato "Stadio della Liberazione" subito dopo le 4 Giornate, ospitò la squadra azzurra dal Dopoguerra fino al 1959, quando venne inaugurato il San Paolo. Ed è proprio nel 1959 che l'amministrazione cittadina decide di intitolarlo al giornalista sportivo Arturo Collana, tra i soci fondatori del Gruppo Napoletano Giornalisti Sportivi poi confluito nell'Unione Stampa Sportiva Italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lutto a Napoli: muore noto avvocato 57enne

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

Torna su
NapoliToday è in caricamento