← Tutte le segnalazioni

Altro

GEMELAGGI INDUSTRIALI E COMMERCIALI

Certamente non è facile rimettere in sesto un tessuto industriale fortemente colpito. Altrettanto non agevole, risulta del resto, riallineare quest’ultimo con i vari adempimenti, indi aggiornamenti tecnici continui; visti i progressivi sviluppi tecnologici in corso. A mio parere la tattica vincente per il futuro, in prospettiva di un’efficace collaborazione, nazionale, del settore, deve vedere consolidare gli sforzi nel compattare la fiducia verso le istituzioni. Al fine di minimizzare le distanze nei vari contesti produttivi. Non meno in quelli umani, fondamentali perché ciò avvenga. Quello che propongo riguarda una serie di gemellaggi tra aziende nonché attività commerciali corrispettive dello stesso tipo; è non solo. Organizzando a tal modo forum tematici con fine ultimo di sostenere con ogni mezzo gli imprenditori che vivono questo momento. Dunque far nascere nuove magnifiche collaborazioni di sviluppo. Trovare insieme soluzioni per fare ripartire i contesti produttivi. Creare una rete solidale, per rimpiazzare i macchinari danneggiati; donando o prestando quelli in surplus delle aziende che vorranno farsi promotrici. Ovviamente attrezzature che rispettino i parametri di sicurezza dunque risultino ancora efficienti per la produzione. Stessa cosa per le attività commerciali (frigoriferi, scaffali, ecc.) da voler elargire senza alcun costo. Formulare a tale scopo forme di agevolazioni per le imprese aderenti. Facendo in modo, prima possibile, di rimpiazzare questi donati con nuovi ed efficienti mezzi per il futuro prossimo. Oltre questo prendere seriamente in considerazione l’attuazione di nuove costruzioni, tramite stampa 3D, per abbreviare i tempi, adattando queste innovative tecnologie al contesto. Insomma la parola d’ordine deve essere sostegno e supporto in ogni modo possibile a favore delle zone colpite dal sisma. Vincenzo Naturale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento