"Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

Céuza in napoletano è il gelso, in passato per nulla apprezzato, tanto che...

La céuza in dialetto napoletano è il frutto del gelso, un tempo ritenuto di scarso valore perché poco dolce e per niente saporoso. Il termine, quindi, metaforicamente finì per indicare chi non conta nulla e le persone insulse ed insignificanti.

Secondo alcune cronache, anche il Re Ferdinando IV di Borbone, che amava moltissimo il napoletano, durante un pranzo a Corte, rispose "ceuza" ad un colonnello russo che per cercare di fare bella figura aveva proposto un brindisi. Ovviamente risero tutti i cortigiani ed anche i servitori, mentre il povero militare non riuscì a capire né a replicare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Controlli alla tiroide, cuore, polmoni, fertilità e ginecologici: dove farli gratis a Napoli

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

Torna su
NapoliToday è in caricamento