Federico II, ideati e sviluppati nuovi prodotti alimentari per mense scolastiche in Africa

I nuovi prodotti hanno ricevuto la locale approvazione governativa ed è già iniziata la loro distribuzione nelle mense scolastiche operanti in Lesotho

(foto Unina)

Nell'ambito dell'accordo quadro triennale recentemente rinnovato fra l'Ateneo Federico II e la Tshwane University of Technology di Pretoria (Sud Africa), presso il Laboratorio di Chimica degli Alimenti diretto dal professor Alberto Ritieni, in collaborazione col professore David Katerere della Tshwane University of Technology, sono stati ideati e sviluppati nuovi prodotti alimentari da inserire nei programmi di alimentazione scolastica promossi dal Ministero dello sviluppo sociale del Lesotho e ne sono state analizzate le loro qualità nutrizionali e i livelli di sicurezza.

La stretta collaborazione scientifica ha permesso di creare un network con l'Azienda Eternity Foods che dal 2008 opera in Sud Africa sotto la direzione della Signora Mmakgabatso Shale. Quest'iniziativa rientra nell'ambito di un progetto governativo per la promozione del ruolo femminile nel settore agro-alimentare del Lesotho e il sostegno di tali modelli imprenditoriali. Il Laboratorio di Chimica degli Alimenti ha partecipato allo sviluppo teorico-pratico per la realizzazione di zuppe, spezie, porridge istantanei e succo di sorgo prodotti utilizzando piante e colture indigene del Lesotho e del Sud Africa. Inoltre, il Laboratorio di Chimica degli Alimenti ha fornito tutto i necessari supporti analitici e salutistici per un'ottimale formulazione dei vari ingredienti e per assicurare la presenza di micro e macronutrienti per bambini in età scolare.

Il Lesotho è un paese di circa 2 milioni di abitanti, di cui il 33% ha meno di quattordici anni, e con una mortalità infantile che raggiunge circa l'8,3% e una speranza di vita di 52 anni. L'emergenza sanitaria è aggravata dalla diffusissima denutrizione e questo progetto s'inserisce perfettamente nel miglioramento dei livelli di nutrizione e di sicurezza dei prodotti per la ristorazione scolastica del Lesotho. Questi nuovi prodotti hanno ricevuto la locale approvazione governativa ed è già iniziata la loro distribuzione nelle mense scolastiche operanti in Lesotho.

Oggi "Eternity Foods" è una realtà imprenditoriale di successo che, oltre ad offrire possibilità di lavoro, contribuisce a sostenere piccoli agricoltori che forniscono verdura e colture di sorgo.

"Il mio successo è il successo della mia comunità, ed è per questo motivo che continuo a incoraggiare e sostenere le donne della mia comunità a piantare ortaggi e insegnare loro come trasformarli in zuppe" ha dichiarato la Signora Shale. "Prima di conoscere il Professor Katerere, non sapevo come dosare in modo corretto gli ingredienti e, soprattutto, i miei prodotti non avevano le necessarie etichette nutrizionali. È stato solo grazie a Katerere, al suo team e all'Università di Napoli Federico II in Italia che ho potuto valutare e ottimizzare i benefici nutrizionali dei miei prodotti", ha aggiunto Shale.

Le attività previste nell'ambito della collaborazione tra la Federico II e la Tshwane University of Technology di Pretoria continueranno per il prossimo anno con ulteriori scambi di docenti e giovani ricercatori per lo sviluppo di ulteriori iniziative nel settore degli alimenti convenzionali e innovativi nonché nella sicurezza alimentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento