Santobono, tecnica all'avanguardia per l'operazione dei tumori cerebrali infantili

L'ospedale pediatrico napoletano è l'unico in Italia dove è possibile intervenire con questa innovativa tecnica

Il neurochirurgo di fama mondiale Giuseppe Cinalli, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell'azienda ospedaliera Santobono Pausillipon, ha operato due bambini con tumore cerebrale utilizzando la TermoterapiaInterstiziale Laser (LIT), una tecnica all’avanguardia disponibile in Italia dal 2018 per gli adulti e da soli due mesi utilizzabile per il trattamento dei tumori cerebrali infantili.

Il dott. Giuseppe Cinalli è il primo neurochirurgo pediatrico italiano ad effettuare interventi con la LIT: "Avere un bambino - spiega dott. Cinalli a SkyTg24 - che viene dimesso dopo solo 24 ore invece dei 7 giorni dell’intervento tradizionale ed è già sorridente la sera stessa dell’intervento, è un vantaggio immenso. I benefici sono molti e i rischi si riducono al minimo. Abbiamo distrutto un tumorecerebrale in due bambini utilizzando semplicemente una fibra laser, il cui calore ha lentamente distrutto il tumore, sotto diretto controllo della risonanza magnetica". 

La Lit distrugge il tumore entrando in profondità nel cranio, attraverso una sonda laser sottile più o meno quanto uno spaghetto. Ma prima si fa uno studio approfondito per identificare il punto preciso e la traiettoria: non si può sbagliare. Dopo aver inserito la sonda, il paziente - in questo caso il piccolo paziente - viene trasportato nella risonanza magnetica. Qui, attraverso un software che "guida" e accende il laser, inizia il trattamento vero e proprio. La temperatura sale fino ai sessanta gradi circa e in una manciata di minuti distrugge il tumore. "Ovviamente - specifica il neurochirurgo a SkyTg24 - la Lit non può essere utilizzata con tutti i tumori, ma solo con quelli fino a 10 cm cubici, con 3 cm di diametro, che corrispondono a una media dimensione. Inoltre, questa tecnica si può utilizzare anche per la cura dell'epilessia". 

In Italia, questa tecnica si pratica solo in due ospedali, ed è totalmente coperta dal servizio sanitario: per gli adulti bisogna rivolgersi all'Istituto Besta di Milano, per i bambini l'unico ospedale è il Santobono di Napoli. "Come Santobono - conclude Cinalli - possiamo programmare 20 interventi, ma abbiamo già 4 piccoli pazienti in lista per il mese di novembre. La speranza è che, con il tempo, questa tecnica si diffonda sempre di più". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento