Sanità, l'allarme: "Grave carenza di nuovi medici di famiglia a Napoli e in Campania"

2000 unità lasceranno la professione entro il 2022

"Si stanno creando le condizioni in Campania della messa in discussione dell’assistenza primaria per i cittadini campani a causa dei pensionamenti dei medici di MMG, che si prevede saranno 2000 unità, che lasceranno la professione entro il 2022, nella nostra regione". A lanciare l'allarme è Luigi De Lucia, segretario regionale dello SMI campano.

"I pensionamenti non sono coperti da giovani medici perché il sistema formativo, quello delle borse di studio non assicura il ricambio generazionale nella professione medica in tempi certi. Per queste ragioni lo SMI, a livello nazionale reclama con forza l’istituzione di una scuola di specializzazione per i medici di medicina generale che faccia superare la drammatica carenza di nuovi medici di famiglia", ha prosegue De Lucia. 

"In Campania e a Napoli qualcosa si sta muovendo per rispondere ai problemi creati dal pensionamento di colleghi medici campani: nell’ASL Napoli 1 Centro un lavoro di censimento e di possibili soluzioni è stato svolto nel Comitato aziendale 23. Ci attiveremo, adesso, nel Comitato permanente regionale dell’art.ex 24 dell’ ACN ,  per individuare i posti mancanti in tutta la regione di medici di medicina generale convenzionati,  affinchè si possa garantire l’assistenza medica a tutti i cittadini campani", conclude De Lucia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento