Madre di un bambino trapiantato scrive a Mattarella: "Versiamo in uno stato di terrore"

"Pronti a riprendere lo sciopero della fame"

La portavoce del Comitato genitori bambini trapiantati di cuore (madre di un giovane ragazzo trapiantato) ha inviato una lettera al presidente della Repubblica Mattarella.

"Gentile Presidente, sono Dafne Palmieri, portavoce del Comitato genitore bambini trapiantati di cuore. Il Link che riporto in calce è di una petizione che, in questo momento, conta 53140 firme. Le ho già scritto per chiedere il Suo intervento come garante delle istituzioni democratiche. Perchè è di questo che si tratta. Questa è la battaglia che ci troviamo a fare per salvare la vita dei nostri figli: la gestione della cosa pubblica demandata a querelle tra medici e assenza delle istituzioni. Giudichi Lei: ATTIVITA' DI TRAPIANTI PEDIATRICI SOSPESA PER: "DATO ATTO CHE con il verbale prot 91/CNT/2017 del 13 gennaio 2017 dell’audit Centro trapianti cuore effettuato il 16/12/2016 , ha riportato tra le conclusioni: “che a causa della conflittualità tra i due responsabili del centro trapianti e il Cardiochirurgo pediatrico, si rende necessario sospendere l’attività di trapianto pediatrico del Centro per il periodo di 1 anno, in attesa di un’adeguata riorganizzazione del programma …” ASSISTENZA AI BAMBINI TRAPIANTATI: con delibera 56/2018 si stabilisce che venga fornita fuori dalla cardiochirurgia pediatrica, in luoghi narrati che saranno disponibili....e soprattutto con un responsabile del processo senza presidi, team dedicato, personale infermieristico, protocolli di cura......CON LA SOLA COLPA DI ESSERE STATI TRAPIANTATI PRIMA DEL NUOVO ASSETTO dis-ORGANIZZATIVO. TRAPIANTATI DA UN DIO MINORE. Versiamo in uno stato di terrore. Ho fatto 9 giorni di sciopero della fame, fino al 17 marzo giorno in cui è stata pubblicata ultima delibera. Giorno in cui ho stupidamente CREDUTO che forse le istituzioni avessero fatto il proprio dovere. Era l'ennesima beffa. Non avrei dovuto interrompere. Dovrei riprenderlo. LA VERITA' è CHE HO PAURA, sono stata male ed ancora risento di alcune conseguenze. Non mi vergogno a dirlo: HO PAURA DI RICOMINCIARE LO SCIOPERO DELLA FAME. MA, PURTROPPO NON CI CONCEDONO ALTRE POSSIBILITA' CI AIUTI PRESIDENTE".

La petizione

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

  • Rosmarino: cosa sapere di questa pianta

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento