I sei benefici dell’uva

“Riduce il rischio di malattie cardiovascolari, contrasta la stipsi, allevia i sintomi delle allergie ed ha un effetto anti-aging”. La dott.ssa Marianna Tommasone ci svela tutti i benefici del frutto autunnale

Dott.ssa Marianna Tommasone

Molto apprezzata fin dall’antichità, in particolare dai Greci e Romani, non solo per la produzione di vino, l’uva è il frutto autunnale più consumato al mondo. Nasce dalla pianta Vitis Vinifera e compare sulle nostre tavole nei mesi di giugno/luglio per scomparire nei mesi di novembre/dicembre (il periodo varia in base alla stagionalità). Grazie alla sua composizione ricca di vitamine e sostanze antiossidanti, l’uva apporta numerosi effetti benefici all’organismo, oltre ad essere un frutto molto gradevole al palato. Ma quali sono questi importanti benefici? Scopriamoli insieme alla dott.ssa, biologa nutrizionista, Marianna Tommasone.

“L’uva, un frutto che ha suscitato particolare attenzione nella letteratura scientifica, è ricca di acqua, poco calorica (61 Kcal per 100 g di parte edibile) e povera di sodio. Rappresenta una buona fonte di zuccheri semplici e potassio concentrati nella polpa e di fibre insolubili presenti nella buccia. La polpa dell’uva contiene anche discrete quantità di alcune vitamine, come A, B1, B2, B3, C, e minerali, come magnesio, calcio, fosforo e zinco. L’uva è particolarmente nota per le sue proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie dovute alla presenza di diverse classi di polifenoli concentrati nella buccia dell’acino. Rientrando tra la frutta più zuccherina, l’uva deve essere consumata con moderazione e sempre nell’ambito di un’alimentazione controllata in particolare nei soggetti diabetici e ipertrigliceridemici. Inoltre, è un frutto adatto anche agli sportivi, per il suo contenuto in zuccheri semplici, il suo potere dissetante e il buon apporto di potassio, che aiuta a evitare la comparsa di crampi muscolari. Per il suo contenuto in nutrienti, questo frutto apporta alcune proprietà benefiche all’organismo. Vediamole insieme:

  • Riduce il rischio cardiovascolare: questo effetto protettivo è attribuito ai polifenoli, sostanze ad azione antiossidante e antinfiammatoria, dei quali il più rappresentativo è il resveratrolo presente nella buccia dell’uva rossa.
  • Ha un effetto anti-ipertensivo: l’alto contenuto in potassio e il basso contenuto in sodio rendono il frutto adatto in caso di ipertensione, poiché aiuta a regolarizzare la pressione arteriosa.
  • Contrasta la stipsi: grazie al suo contenuto in acqua e fibre insolubili, l’uva, oltre ad avere un effetto saziante, aiuta a regolarizzare la frequenza dell’alvo.
  • Allevia i sintomi delle allergie: la quercetina, un polifenolo presente nella buccia dell’acino, sembrerebbe avere questo effetto positivo.
  • Protegge da neuropatia e retinopatia diabetica: secondo alcuni studi recenti, il resvelatrolo sembrerebbe avere un effetto protettivo nei confronti delle complicanze del diabete.
  • Ha un effetto anti-aging: per la sua ricchezza in polifenoli, l’uva riduce il rischio di invecchiamento cellulare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Riso e verza: la vera ricetta napoletana

  • Allerta meteo prorogata fino alle 14 di domani: l'avviso della Protezione civile

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento