Whirlpool, de Magistris: "Occupare la fabbrica e autoprodurre lavatrici"

La proposta provocatoria del primo cittadino sulla vertenza che sta tenendo banco da mesi. "Il Paese non deve cedere di fronte a una multinazionale"

Proposta provocatoria dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris a proposito della vertenza Whirlpool: "Io sono per andare in fabbrica, occuparla e autoprodurre le lavatrici. Questa è la mia proposta. Il Paese non deve cedere di fronte a una multinazionale. Qui si vedrà la determinazione di questo Governo. Sono sempre dalla parte dei lavoratori, qualsiasi sia la loro lotta".

De Magistris, reduce dall'incontro col minitro Patuanelli, è intervenuto sul tema a Radio Crc. "Abbiamo detto in maniera molto chiara – ha aggiunto il primo cittadino – che non esistono opzioni alternative rispetto alla non chiusura della sede di via Argine. L'azienda deve rispettare l'accordo di ottobre. Nessun'altra opzione in campo è credibile".

L'incontro con Patuanelli

"La preoccupazione dei lavoratori è diffusa all'interno della città di Napoli, ma anche nel Governo. La partita non è più quella di Patuanelli, di De Magistris, ma è la partita del Governo – ha concluso il sindaco – Nel nostro Paese assume maggiore forza una multinazionale statunitense, oppure uno Stato?".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

  • Un Posto al Sole, anticipazioni: pesanti le accuse per Diego

  • Raffica di controlli al Rione Sanità: centinaia di persone identificate

Torna su
NapoliToday è in caricamento