Di Maio sugli incendi nella 'Terra dei Fuochi': "Sono dolosi. Popolazione sarà risarcita"

Il Ministro propone tre misure dopo l'ultimo incendio allo stir di Santa Maria Capua Vetere di ieri

"Ieri c'è stato un altro incendio in un depositi di rifiuti della Terra dei Fuochi. E' il quarto o quinto dall'estate in Campania. Si tratta di incendi dolosi e dietro c'è una strategia. Prima c'erano incendi singoli o sporadici, ora sono organizzati nei depositi di rifiuti. Non oso immaginare cosa portano dentro gli impianti prima di incendiarli...Mi accuseranno di complottismo ma noi queste dinamiche le conosciamo bene". E' il commento del ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che in diretta Facebook commenta il rogo di rifiuti allo stir di Santa Maria Capua Vetere.

Risarcimento

"Dobbiamo fare subito tre cose: una normativa per il presidio dei depositi di rifiuti, aumentare i controlli per sapere cosa avviene in questi depositi e soprattutto dobbiamo risarcire il popolo della Terre dei Fuochi dando risorse per aumentare la videosorveglianza. Ma questi fondi vanno spesi bene", conclude Di Maio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento