Comune di Napoli, nuove strade intitolate a Nanni Loy e Nunzio Gallo

Le decisioni prese nell'ultima seduta della Commissione comunale Toponomastica

Nuovi toponimi a Napoli intitolati a Nanni Loy, Rosa Parks e Nunzio Gallo. Questa la decisione presa dalla Commissione Toponomastica comunale nell'ultima seduta, alla presenza del Sindaco de Magistris.

E’ stata approvata, su proposta dell’assessore alla Cultura Nino Daniele, la richiesta di intitolazione dello slargo antistante l’Accademia delle Belle Arti a Nanni Loy. Sempre su proposta dell’Assessore Daniele, sarà apposta una targa in ricordo della strage nazista del “Fondo Maranese” del 28 settembre 1943, altrimenti noto come “Strage di San Rocco Marianella”.

Approvata poi l’intitolazione, su proposta dell’Assessore Clemente, di una strada, piazza o fermata di bus a Rosa Parks, attivista statunitense e figura simbolo del movimento per i diritti civili, divenuta famosa nel 1955 per aver rifiutato di cedere ad un uomo bianco il suo posto su un autobus.

Approvata infine la proposta del Presidente e del Consiglio della II° Municipalità, di intitolazione a Nunzio Gallo di Piazzetta Carafa. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ragazzino prova a recuperare il pallone, cade da 12 metri: è in coma

  • Cronaca

    Dipendenti rifiutano gli straordinari: la Circum si blocca

  • Cronaca

    Diede fuco a Carla Caiazzo: la Cassazione conferma i 18 anni per l'ex

  • Attualità

    Lotto, estrazioni 19 marzo 2019: la ruota di Napoli

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • "Sciopero per il clima", domani in corteo anche gli studenti napoletani

  • Striscione sulla statua di Garibaldi: "Viva Napoli, viva il Meridione. Non riconosciamo l'Italia nazione"

Torna su
NapoliToday è in caricamento