Steinmeier e Mattarella: i presidenti di Italia e Germania si incontrano a Napoli

Sono entrambi, seperatamente, arrivati a Napoli Centrale. Si incontreranno a Villa Rosebery. Fitto il programma d'incontri e eventi per il Capo dello Stato tedesco

Steinmeier e Mattarella, Ansa

Prima Frank-Walter Steinmeier, capo dello Stato tedesco, poi Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, sono giunti a Napoli in treno. Le due massime cariche di Germania e Italia si incontreranno quest'oggi a Villa Rosebery dove faranno colazione insieme. Grandi applausi all'arrivo a Napoli Centrale per Mattarella, giunto in un Frecciarossa insieme alla figlia Laura.

A fornire l'occasione per il loro incontro sono le visite che effettuerà Steinmeier in città. Accompagnato dalla moglie Elke Buedenbender e con delegazione al seguito, il presidente tedesco si recherà al Goethe Institut, poi a Villa Rosebery, successivamente con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris al Complesso Monumentale di Santa Chiara, e infine quindi assisterà nella Basilica di Santa Maria della Sanità ad una prova dei giovani dell'orchestra Sanitansamble.

Al Geothe Institut, Steinmeier incontrerà alcuni "Gastarbeiter", ovvero italiani emigrati per lavoro in Germania tra gli anni '50 e '70.

La visita alla sinagoga

Frank-Walter Steinmeier dopo la visita al Goethe Institut si è recato in un altro interno dello stesso edificio, in vico Santa Maria Cappella Vecchia, dove ha sede la Comunità ebraica napoletana. Lì si è intrattenuto circa mezz'ora e ha incontrato Ariel Finzi, rabbino della comunità. "Siamo contenti che abbia trovato tempo da dedicare a una piccola realtà come la comunità ebraica napoletana, che conta circa 200 persone", ha spiegato Finzi. Con il presidente tedesco ha parlato anche "delle Quattro Giornate di Napoli, prima e unica città d'Europa a liberarsi da sola dei nazisti, e della Shoah". Nel corso dell'incontro è intervenuto anche Tullio Foa, sopravvissuto all'Olocausto, che aveva appena 6 anni quando cominciò la Seconda Guerra Mondiale. "Il presidente - ha concluso Finzi - ci ha detto che è responsabilità dei politici di oggi far sì che queste cose non si ripetano".

Aggiornato alle 13.56

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Riso e verza: la vera ricetta napoletana

  • Allerta meteo prorogata fino alle 14 di domani: l'avviso della Protezione civile

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento