Signoriello: “Il sindaco Contarin non fomenti l'antinapoletanità”

A Riese nel trevigiano una ditta del napoletano vince una gara d'appalto per il servizio di scuola bus, ma mamme e sindaco protestano. Signoriello del pdl commenta: “Voglio rassicurare le mamme di Riese che quei 4 autisti napoletani sono persone normali”

"Dopo il caso del parlamentare leghista Matteo Salvini, un'altra vicenda che va nella stessa direzione e cioè contro i  napoletani, che riguarda ancora soggetti della Lega: che lo facciano le mamme del Comune di Riese (Treviso) è un fatto grave, ma ritengo ancor più grave che a sostenere questa avversione sia lo stesso sindaco che, seppur leghista, dovrebbe tendere a mitigare i conflitti sociali invece che soffiarci sopra visto che è il  primo rappresentante istituzionale del  piccolo Comune trevigiano”. 

A parlare è il Vicepresidente del PdL al Comune di Napoli Ciro Signoriello, che dopo il caso del leghista Matteo Salvini, (per il quale per protesta contro i cori antinapoletani del rappresentante della Lega, indossò nell'aula consiliare, una maglietta a difesa della dignità del popolo napoletano) oggi torna a replicare rispetto a una vicenda che  stavolta riguarda  il sindaco e la comunità di Riese, piccolo centro del Trevigiano.
A Riese, Comune trevisano ad assoluta guida leghista, dove il Carroccio ha raggiunto il 75% delle preferenze, i genitori di circa 260 ragazzi, hanno duramente protestato dopo aver appreso che a vincere la gara d'appalto per il servizio di scuola bus di Riese è stata una ditta di Caivano, con tanto di autisti napoletani.

  Si chiuda quest'altra brutta pagina civile, magari con un gemellaggio  
Ha quindi dichiarato Signoriello: “Le mamme di Riese hanno ritenuto non affidabili gli autisti napoletani che dovranno condurre a scuola affidare i loro  figli con i relativi pulmini.  In tutto questo, il sindaco leghista Contarin sta pienamente sostenendo i cittadini: e pensare che l'azienda di bus Angelini di Caivano ha vinto la gara proponendo un ribasso del 15% rispetto al prezzo posto a base d'asta, facendo dunque  risparmiare molte migliaia di Euro al Comune di Riese. Voglio rassicurare le mamme di Riese che quei 4 autisti napoletani sono persone normali che faranno bene il loro lavoro e che la loro opposizione ad essi è soltanto un malsano atto di  razzismo antinapoletano, della stessa impronta dei cori di Salvini. Si chiuda quest'altra brutta pagina civile, magari con un gemellaggio tra il  Comune di Napoli  e quello di Riese.”
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento