SEL Marano referente di Napoli nord della campagna "Una volta per tutti"

Al via la raccolta di firme a favore della prima proposta di legge di iniziativa popolare per il riconoscimento delle unioni civili. Il circolo primo maggio diventa centro di raccolta e informazioni

Stefania Fanelli

E' partita la campagna di raccolta firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per il riconoscimento delle unioni civili senza distinzioni di genere sessuale. Una campagna intitolata “UNA VOLTA PER TUTTI” che ha come scopo il raggiungimento di una società in cui siano garantiti pari diritti e pari opportunità per tutti i cittadini.

La sede di Sinistra Ecologia e Libertà di Marano diventa referente della campagna e centro di raccolta firme per l'area a nord di Napoli. Sarà possibile firmare, oltre che tutti i mercoledì presso il Circolo Primo Maggio in via Domenico Di Somma n. 30 dalle 19 alle 21, anche venerdì 27 luglio sotto i portici del comune, dove SEL allestirà un banchetto di raccolta e informazioni dalle 18 alle 21.

Come spiega Stefania Fanelli, segretario cittadino di SEL Marano, la campagna è stata presentata la prima volta l'8 giugno a Milano, a Palazzo Marino, promossa dagli organizzatori della manifestazione Padova Pride Village e supportata da Ben&Jerry’s, celebre brand mondiale di gelati, che per l'occasione ha anche rinominato il proprio prodotto Cookie Dough in "Coppa di fatto". Sinistra Ecologia Libertà ha appoggiato la proposta a livello nazionale.

"Attualmente - scrive la Fanelli - a livello nazionale non esiste ancora una legge organica che riconosca e tuteli le unioni civili, ed è proprio per riuscire a colmare questo vuoto giuridico che nasce l’iniziativa "Una volta per Tutti", il cui ambizioso traguardo è quello di raccogliere le 50.000 firme necessarie per chiedere un adeguamento dell’attuale Diritto di Famiglia alle nuove forme di convivenza e di nucleo familiare. Un progetto importante, che in un’unica proposta di legge sviluppata su tre livelli chiede al Parlamento italiano il riconoscimento di: garanzie e tutele minime alle coppie di fatto, siano esse eterosessuali ed omosessuali, che non possono, o non vogliono, accedere ad alcun istituto giuridico; un istituto giuridico intermedio per il riconoscimento delle coppie che convivono, sulla base della loro vita affettiva, che estenda a loro e ai lori figli tutele e garanzie; un ulteriore istituto giuridico che tuteli le coppie omosessuali sul modello della Civil Partnership Act inglese, come già avviene in altri paesi europei tra cui Germania e Regno Unito.

Informazioni sulla campagna e sui centra di raccolta firma sono reperibili al sito www.unavoltapertutti.it. oppure, per l'area nord di Napoli, mandando una mail a selmarano@email.it o contattando il nr 334 1764268

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • SKY - Mertens-Napoli, Gattuso sponsor per il rinnovo del belga

Torna su
NapoliToday è in caricamento