Salvo Nastasi commissario per Bagnoli: a breve la nomina

Matteo Renzi ha scelto il 42enne provenienza Mibac, già commissario del teatro San Carlo. Dovrà interloquire con Comune, Regione ed un contensto ostile al commissariamento

Salvo Nastasi

Salvo Nastasi non è stato ancora nominato commissario per la bonifica di Bagnoli, ma oramai sembra essere il suo il nome voluto dal presidente del consiglio Matteo Renzi. L'ex commissario del San Carlo ha già avuto modo di interloquire – appunto all'interno del cda della fondazione del Massimo partenopeo – con Comune e Regione, da lì probabilmente la scelta di Palazzo Chigi.

Bruciati Cantone e Calenda, la nomina viaggia con un ritardo di 11 mesi, tantissimi viste le ragioni emergenziali a monte del commissariamento. E non è ancora cosa fatta: bisognerà risolvere problemi tecnici legati al fatto che Nastasi è già direttore generale del Mibac, con l'incarico di responsabile degli spettacoli dal vivo.

Nastasi, a 42 anni, ha già una lunga carriera nel Mibac alle spalle. Dovrà affrontare un ambiente per nulla felice del commissariamento, dal Comune fino alla cittadinanza del quartiere flegreo. Lo stesso Vincenzo De Luca si è mostrato scettico sulla figura del commissario. De Magistris resta della sua idea: "È la Costituzione che ci indica la strada, sono i cittadini e i loro eletti che devono decidere cosa fare a Bagnoli. Non c'è bisogno di cose straordinarie ma di ordinarietà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento