"Rilancio Bagnoli", istituzioni nel sito ex industriale. Fuori le proteste: "È campagna elettorale"

I comitati: "Vogliamo controllare i processi della bonifica"

Potrebbe essere la giornata della svolta sul futuro di Bagnoli, di certo è quella delle proteste. Conferenza stampa sul progetto "RilancioBagnoli", per la bonifica e la rigenerazione urbana dell'ex area Italsider, mentre all'esterno i comitati protestano. All'incontro presenti, oltre al ministro Giuseppe Provenzano, Vincenzo De Luca presidente delle Regione Campania, Luigi de Magistris sindaco del Comune di Napoli, Francesco Floro Flores commissario straordinario del governo, Domenico Arcuri amministratore delegato di Invitalia, Diego Civitillo presidente della X Municipalità.

"Io dopo oltre 25 anni sento dovere di dire a nome dello Stato italiano e a nome dei cittadini di Bagnoli, di Napoli e del Sud: scusate il ritardo". Così il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, durante la visita ai cantieri dell'area ex Italsider di Bagnoli. "Oggi partono i lavori, vengono eseguiti con il minimo impatto per cittadini, il movimento suoli sarà minimizzato al massimo, questo ci aiuta a prevenire anche eventuali problemi. Vogliamo aprire questo luogo alla cittadinanza, coinvolgeremo la città nel concorso di idee" conclude.

Le proteste

Circa 50 manifestanti, di Bagnoli Libera e il movimento disoccupati "7 novembre", si sono riuniti in presidio davanti all'ingresso della Porta del Parco a Bagnoli. "Basta chiacchiere bonifica sotto controllo popolare", hanno scritto su uno striscione. "In vista della campagna elettorale dicono che partono le bonifiche – ha dichiarato Eddy Sorge, di Iskra – In realtà oggi parte solo la rimozione di parte del materiale nell'area ex Morgan". "Siamo qui – ha sottolineato ancora – con i disoccupati, gli abitanti, i lavoratori e gli studenti del territorio per chiedere di poter controllare i processi della bonifica, che ci siano clausole sociali per l'inserimento dei disoccupati di Napoli e del territorio ma soprattutto basta annunci su Bagnoli in vista delle campagne elettorali". "Vogliamo trasparenza e democrazia – ha concluso Sorge – e vogliamo decidere noi sui nostri territori. Chiediamo di poter aver un incontro con il ministro Provenzano, con De Luca e de Magistris".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incontro

"Queste sono le ruspe che ci piacciono", ha detto – ironizzando su un cavallo di battaglia di Matteo Salvini – il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nel corso del sopralluogo effettuato col ministro Provenzano e con Civitillo. Il riferimento è ai mezzi presenti sul posto, che dovranno far partire la bonifica del sito ex industriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento