Sindaco di Cantù: "Sorpreso per la querela. Avevo già chiesto scusa"

Il primo cittadino lombardo ha commentato la notizia della querela presentata dal Comune di Napoli nei suoi confronti

Bizzozero

Si dice "sorpreso" e "dispiaciuto" il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero, dopo aver appreso la notizia della querela presentata dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e autorizzata dalla Giunta Comunale napoletana per le sue affermazioni su Facebook sul capoluogo campano.

"Nelle mie parole non c'era alcun intento diffamatorio - le parole del primo cittadino lombardo riportate dall'Ansa - specie nei confronti della popolazione. Ho parlato di 'città' e da parte mia non c'era soprattutto intento razzistico o xenofobo, che non fa parte della mia cultura personale. Sono sorpreso perchè mi sono già ampiamente scusato, anche in occasione della mia visita a Napoli e sono dispiaciuto che tante persone perbene si siano offese. Le mie parole erano in una forma provocatoria: 'fogna' è una parola volutamente forte, ma il mio intento era quello di far emergere uno stato di fatto, non solo della città di Napoli ma dell'intero Paese".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Fuorigrotta

      Lite a scuola: 14enne accoltellato a Fuorigrotta

    • Cronaca

      Attentato Manchester, la testimonianza di "piezz ‘e pane": "Mi sono barricato in casa"

    • Cronaca

      Tumori infantili: "Nessuna emergenza nella Terra dei fuochi"

    • San Ferdinando

      Ambulanza bloccata dalle auto parcheggiate: "Si muore per colpa degli incivili"

    I più letti della settimana

    • Ztl di Marechiaro, la Giunta Comunale approva l'estensione

    • Bassolino sfida Berlusconi e passeggia tra le mucche

    • Luigi de Magistris da Concita De Gregorio: a FuoriRoma la "Napoli ribelle"

    • De Magistris: "Sono tanti i progressi che in questi anni abbiamo raggiunto"

    • De Magistris: "Stese a Napoli? La responsabilità è dello Stato"

    • Il ministro Poletti a Napoli boccia (ancora) il reddito di cittadinanza: "Più importante il lavoro"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento