Caso Romeo, perquisizioni al Palazzo di Giustizia di Napoli

Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti l'ufficio di un dirigente amministrativo nei cui confronti i pm Henry John Woodcock e Celeste Carrano ipotizzano il reato di corruzione in concorso con l'imprenditore

Perquisizioni al Palazzo di Giustizia di Napoli nell'ambito dell'inchiesta su appalti alle aziende dell'imprenditore Alfredo Romeo.

Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti l'ufficio di un dirigente amministrativo nei cui confronti i pm Henry John Woodcock e Celeste Carrano ipotizzano il reato di corruzione in concorso con l'imprenditore.

Romeo ha in appalto il servizio di manutenzione e pulizia al Palazzo di Giustizia al Centro Direzionale.

Come riporta l'Ansa è stato anche perquisito l'ufficio del direttore generale per la gestione e la manutenzione del Palazzo di Giustizia di Napoli Emanuele Caldarera, indagato per corruzione in concorso con Romeo. Secondo l'accusa per sbloccare il pagamento di alcune fatture a favore della Romeo Gestioni, avrebbe chiesto e ottenuto l'assunzione di una figlia presso l'azienda di Romeo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Napoletani scomparsi in Messico: "Sono stati ceduti per 43 euro"

  • Politica

    Un napoletano come ministro dell'ambiente? Per il M5S sarebbe Sergio Costa

  • Meteo

    Arriva Burian, a Napoli potrebbe nevicare già questa notte

  • Politica

    Forza Nuova a Napoli, snobbato il comizio di estrema destra

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 26 febbraio al 2 marzo 2018

  • Trovato morto Daniele Orabona: il suo corpo senza vita al Centro Direzionale

  • Scomparsi a Tecatitlan, giallo sui precedenti di Raffaele Russo: le accuse dal Messico

  • Napoletani scomparsi in Messico: "Sono stati ceduti per 43 euro"

  • Arriva Burian, a Napoli potrebbe nevicare già questa notte

  • Brumotti torna nel rione Traiano: insulti e lancio di oggetti contro l'inviato di Striscia

Torna su
NapoliToday è in caricamento