Omicidio Coroglio, presidente X Municipalità: “Problema sicurezza, non ci sono le condizioni per la movida”

Diego Civitillo è intervenuto a proposito dell'uccisione di un 28enne all'esterno di un locale della vita notturna bagnolese: “Le dinamiche della movida del litorale non sono in alcun modo sostenibili”

Il luogo della morte di Agostino Di Fiore (Ansa)

Il presidente della X Municipalità di Bagnoli-Fuorigrotta, Diego Civitillo, ha diffuso una nota a proposito del 28enne ucciso a colpi d'arma da fuoco a Coroglio, all'esterno di uno dei locali notturni della zona.

“I casi di infiltrazione camorristica nel business dell'intrattenimento – spiega il presidente della Municipalità – sono stati oggetto di indagini approfondite da parte dell'autorità giudiziaria, dei cui risultati ed effetti siamo stati informati mezzo stampa nelle settimane scorse. Il dato paradossalmente più preoccupante è però il 'modello di divertimento' che la criminalità sta tentando di imporre alla movida, un modello basato sulla 'visibilità' a suon di tavoli e bottiglie da migliaia di euro”.

“Questo è il nuovo sistema comunicativo utilizzato dalle nuove leve della criminalità volto all'esaltazione di potere. Limitare infatti il fenomeno e quindi l'agguato di ieri (lunedì scorso, ndR) esclusivamente alla 'movida' risulterebbe inutile e limitativo. Dobbiamo però – prosegue Civitillo – ulteriormente sottolineare, come già fatto anche nelle sedi preposte (Prefettura e Conferenze di Servizi), che le dinamiche della movida del litorale Bagnoli Coroglio non sono in alcun modo sostenibili non solo dalla comunità residente, ma anche da clienti ed operatori che sono soggetti ad un rischio inaccettabile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La provocazione: "Non andate più a ballare"

“È fondamentale che gli esercenti e le istituzioni tutte, a partire dal Prefetto e dal Questore, lavorino per rendere il divertimento un ché di sicuro per residenti, clienti ed operatori. Ad oggi continuiamo a pensare che non esistano queste condizioni e che, mantenendo lo status quo, l'escalation non sia destinata a diminuire. In assenza del rispetto delle leggi, del vivere civile, della sicurezza pubblica e privata riteniamo che non possa esserci divertimento. Richiediamo pertanto un intervento immediato da parte di tutti gli organi responsabili al fine di tutelare la legalità e la sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento