Il ministro Lezzi a Bagnoli: l'incontro con i comitati

Visto un folto gruppo di manifestanti che l'attendeva, si è subito fermata a parlare con loro ed ascoltare cosa avessero da chiedere al nuovo esecutivo a proposito della riqualificazione

Barbara Lezzi, foto Dire

Che ministro per il Sud e ministro per l'Ambiente vengano in pubblica piazza a chiarire da subito ai cittadini tutti i punti della bonifica, con audit pubblici grazie ai quali conoscere l'operato di Invitalia. Ci interessano gli aspetti urbanistici e la coperture finanziarie, i tempi di una bonifica che non è ancora partita, chiarezza sul commissariamento”: è quanto gli attivisti di Bagnoli Libera hanno chiesto al ministro per il Sud Barbara Lezzi non appena arrivata alla Porta del Parco di Bagnoli, dov'era attesa per visitare l'area ex Italsider.

Il ministro, visto un folto gruppo di manifestanti che l'attendeva, si è subito fermata a parlare con loro ed ascoltare cosa avessero da chiedere al nuovo esecutivo a proposito della riqualificazione. In attesa del suo arrivo erano partiti cori come “Chi ha inquinato deve pagare”, ed era stato esposto uno striscione che riportava: “Nuovo governo vecchie usanze? Basta accordi nelle stanze".

"Martedì alle 15 ci vediamo a Roma. Il mio ufficio è grande, vi aspetto", ha detto il ministro agli attivisti, che nelle prossime ore si organizzeranno per partecipare all'incontro.

Le richieste del presidente della Municipalità al ministro

“Invitiamo, sfidiamo e facciamo un appello al governo a venire a Bagnoli e incontrare il territorio – erano state le parole dette ai cronisti da Eddy Sorge di Bagnoli Libera – Cambiano i governi ma le usanze sono sempre le stesse”. Il governo, aveva proseguito Sorge, “doveva essere a guida M5S, la stessa forza politica che diceva di essere contro il commissariamento, l'articolo 33 dello Sblocca Italia, i piani urbanistici speculativi. Il ministro Lezzi, invece, viene a Bagnoli senza interpellare il territorio, incontrando le istituzioni nelle stanze chiuse".

La visita di Lezzi nel Sin di Bagnoli-Coroglio

"La sfida è difficile ma possibile: dobbiamo restituire quest'area alla città e ai suoi abitanti". Sono le parole di Barbara Lezzi, ministro per il Sud, dopo aver visitato lo stabilimento dell'ex Italsider nel Sin di Bagnoli-Coroglio.

L'incontro del ministro con Luigi de Magistris

È durato 30 minuti, alla prefettura di Napoli, l'incontro avvenuto stamane tra il sindaco Luigi de Magistris e il ministro del Sud, Barbara Lezzi.

Si è trattato, secondo il sindaco, di un incontro “molto costruttivo, molto utile, molto proficuo. Le basi per una positiva cooperazione su tutti i tavoli di competenza della ministra del Sud". Su Bagnoli "abbiamo affrontato i punti nevralgici, strategici e decisivi – ha proseguito il primo cittadino – Si è convenuto di lavorare insieme in stretta sinergia e poi abbiamo affrontato come titoli altri temi importanti”.

Il ministro su Bagnoli: "Ora facciamo sul serio"

“Ad inizio settimana – ha spiegato ancora de Magistris – farà avere un quadro dettagliato di tutti i 'dossier' in corso nella città di Napoli. Credo che ci sono le prospettive migliori per una positiva cooperazione istituzionale con Barbara Lezzi e col suo dicastero, quindi, con il governo". "Chiaramente – ha concluso – ho sottolineato tra le varie cose l'assoluta necessità che nella legge di bilancio si trovi la copertura per la bonifica integrale. È quello l'obiettivo strategico e non posso nemmeno immaginare come ipotesi astratta che il governo non finanzi la bonifica integrale di Bagnoli”.

L'incontro con il governatore della Campania Vincenzo De Luca è invece previsto per il pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento