Teverola: colpi di pistola per minacciare il sindaco

Il consigliere regionale del Pd, Nicola Caputo ha espresso solidarietà al sindaco neo-eletto di Teverola Biagio Lusini, per il grave atto intimidatorio che ha subito al termine della prima seduta del nuovo Consiglio comunale

Il neoeletto sindaco di Teverola, Biagio Lusini, è stato vittima di un grave atto intimidatorio la notte tra domenica e lunedì. L'intimidazione è avvenuta al termine della prima seduta del nuovo Consiglio comunale. Sconosciuti hanno esploso colpi di pistola contro il portone di casa del primo cittadino, riconfermato alle elezioni.

Nicola Caputo, il consigliere regionale del Partito Democratico, esprime solidarietà al primo cittadino: "Questo gesto criminale si condanna da solo - afferma Caputo - ma emerge forte l'esigenza di impegnare tutte le energie per combattere le attività illecite sul nostro territorio". Solidarietà al sindaco Lusini è stata espressa anche dal coordinatore provinciale pro tempore del Partito, Enzo Iodice. " La magistratura e gli organi inquirenti dovranno far luce al più presto su questo preoccupante episodio assicurando alla giustizia esecutori e mandanti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Un Posto al Sole non andrà in onda venerdì 13: le ragioni

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

Torna su
NapoliToday è in caricamento