Renzi e De Luca in diretta social: "Vi spieghiamo il Patto per la Campania"

"Matteo Risponde" incentrato sull'azione congiunta di Governo e Regione in Campania. Il presidente del Consiglio e quello della Giunta hanno toccato numerosi temi. Tra questi, Bagnoli, le ecoballe, l'Alta Velocità, Pompei

Renzi e De Luca in diretta web

Nel corso di “Matteo Risponde”, diretta Facebook con cui il presidente del Consiglio risponde a domande dei cittadini, sono numerosi i punti del “Patto per la Campania” – firmato domenica scorsa in Prefettura – chiariti da Matteo Renzi e dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, così come numerosi gli argomenti toccati che riguardano la regione.

PATTO PER LA CAMPANIA – A proposito dell'accordo, Renzi ha spiegato: “Faremo qualcosa di simile in tutte le regioni e le città metropolitane del Sud. Abbiamo cominciato dalla partita più difficile. Lo faremo dappertutto, da Bari a Taranto, alla Basilicata, alla Sicilia”. De Luca ha quindi esposto i vari obiettivi del Patto. Tra questi il completamento della metropolitana di Napoli e la risoluzione della vicenda ecoballe che – assicura De Luca – “andranno via entro maggio”. Sarà “una sfida gigantesca. In due-tre anni ripuliremo tutta la Campania”.

BAGNOLI – Renzi è tornato anche sulla riqualificazione di Napoli Ovest. “Bagnoli è un impegno comune, 300milioni di soldi degli italiani buttati via. Una cosa che fa arrabbiare anche gli angioletti”. “Se dopo 20 anni non si è mosso niente un Governo ha il dovere di intervenire”, gli ha quindi fatto eco Vincenzo De Luca. “Io ed Enzo veniamo da storie, generazioni e regioni diverse – le parole del primo ministro – ma abbiamo una comunanza: la lotta contro la corruzione. Le nuove regole che vogliamo applicare devono essere prese come punto di riferimento. Se ci sono episodi di corruzione, questi vanno stroncati”.

SANITÀ E SCUOLA – Presidente del Consiglio e della Campani hanno poi parlato di sanità e scuola. A tal proposito De Luca ha assicurato: “Stiamo stabilizzando circa 2mila precari nella sanità campana. A maggio non ci sarà più l'emergenza barelle: se ne troveremo ancora, manderemo tutti a casa. Per la scuola abbiamo stanziato 190 milioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TRASPORTI – In fatto di trasporti, si è parlato di Av. Nel patto per la Campania l'Alta Velocità è “prevista solo in direzione Bari – ha aggiunto il governatore – ma per Reggio Calabria no”. “Ci sono altre priorità come le strade, gli impianti fognari e il riassestamento idro-geologico”. “Oggi si apre il centro visite, le cose stanno funzionando in maniera meravigliosa – ha detto Renzi a proposito di Pompei – ma c'è un problema di Circumvesuviana e di servizio”. E quindi De Luca: “Nostra priorità è investire 600 milioni di euro per rinnovare tutto il parco rotabile su ferro e su gomma. Ma dobbiamo recuperare ritardi pluridecennali

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento